Bestie di Satana: a Monza si riapre il processo

Delle – e sulle – Bestie di Satana si è scritto tutto e il contrario di tutto. A me personalmente hanno molto irritato certe generalizzazioni su “questi ggiovani che vanno felici verso la morte drogandosi e ascoltando la musica del demonio”. Mah. Piuttosto che la maniera in cui buona parte dei grandi media hanno affrontato

Delle – e sulle – Bestie di Satana si è scritto tutto e il contrario di tutto. A me personalmente hanno molto irritato certe generalizzazioni su “questi ggiovani che vanno felici verso la morte drogandosi e ascoltando la musica del demonio”. Mah. Piuttosto che la maniera in cui buona parte dei grandi media hanno affrontato la questione, sapendo di poter contare su un tema sul quale “l’uomo della strada” sa poco, e quindi abbocca a qualunque banalità gli si metta davanti. Vedi “Top Secret” il tutt’altro che memorabile programma di Rete4 che ha toccato la vicenda con una buona dosa di approssimazione.

Va da sè che i morti in questa storia ci siano, e siano veri: e siano anche, in alcuni casi, non ritrovati, come Christian Frigerio, un ragazzo svanito nel nulla 12 anni fa a Brugherio. Il tutto mentre l’ex leader, Andrea Volpe, con una capriola ideologica degna di Adornato o Giuliano Ferrara, passa dall’adorare il signore delle tenebre a venerare divinità più di user friendly per esempio – uh oh! – Dio, come comunica evangelici.net. Antonio Pizzi, il procuratore di Monza che aveva seguito la vicenda, ha deciso di riaprire le indagini anche sul misterioso suicidio di Andrea Bontade, forse indotto a darsi la morte. Potete saperne di più qui su corriere.it. E come se non bastasse c’è anche la band heavy metal di sei elementi, anch’essa forse indotta ad un suicidio di massa.

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →