USA: quattro donne si vendicano incollando il pene del loro amante al suo addome, condannate ad un anno di libertà vigilata

Si è conclusa qualche giorno fa in Tribunale la vicenda del 37enne del Wisconsin che, confontato dalla moglie e dalle tre amanti, si è visto incollare il pene al proprio ventre. Ve ne avevamo parlato lo scorso settembre: Therese A. Ziemann, 48 anni, dopo aver preso accordi con sua sorella, un’altra donna e la moglie


Si è conclusa qualche giorno fa in Tribunale la vicenda del 37enne del Wisconsin che, confontato dalla moglie e dalle tre amanti, si è visto incollare il pene al proprio ventre.

Ve ne avevamo parlato lo scorso settembre: Therese A. Ziemann, 48 anni, dopo aver preso accordi con sua sorella, un’altra donna e la moglie dell’uomo, ha attirato l’amante in un motel.

L’ha legato e bendato con la scusa di un gioco erotico e quando lui non era più in grado di ribellarsi, gli ha strappato via gli indumenti intimi, ha preso della colla e gli ha attaccato il pene al ventre.

In quel momento sono arrivate le altre donne e tutte insieme hanno iniziato a deridere ed insultare il latin lover 37enne.

Vi avevamo detto che le quattro donne rischiavano fino a 6 di carcere, ma il giudice alla fine è stato clemente: tutte e quattro sono state condannate ad un anno di libertà vigilata.

E in caso di violazione dei termini imposti dal giudice, le tre complici dovranno scontare 30 giorni di carcere, mentre la Ziemann dovrà farne 60.

L’uomo, la cui identità non è stata rivelata, non ha riportato danni fisici permamenti: al termine del processo ha anche dichiarato che le sue azioni hanno contribuito a quanto accaduto e che ora non prova rancore per nessuna delle donne coinvolte.

Via | WashingtonPost