La Fifa blocca il mercato di Real e Atletico Madrid fino al 2018

Confermata la sanzione a carico dei due club madrileni: irregolarità nel tesseramento di giovani calciatori, preannunciato il doppio ricorso

La Fifa non fa sconti a Real Madrid e Atletico: i due club spagnoli non potranno tesserare alcun giocatore nelle sessioni di gennaio e giugno 2017. Per poter acquistare nuovi calciatori, dunque, le squadre di Madrid dovranno attendere il 2018. La decisione è stata adottata dal governo del calcio mondiale in seguito al riscontro di irregolarità nel tesseramento di giocatori minorenni. Per tutto il prossimo anno, dunque, Real e Atletico potranno solo vendere oppure riportare a casa calciatori precedentemente ceduti in prestito.

Non si tratta della prima volta per un top club spagnolo. Nel 2015, infatti, il Barcellona bloccò Arda Turan e Aleix Vidal, ma dovette attendere gennaio 2016 prima di poterli schierare in campo. Ora, lo stesso provvedimento ha colpito le finaliste di due delle ultime tre coppe campioni. Entrambe le società, in ogni caso, hanno già annunciato il ricorso al Tas. L’obiettivo minimo è quello di rinviare la sanzione ed effettuare qualche operazioni di mercato almeno nella sessione di gennaio 2017.

Già la commissione disciplinare della Fifa aveva sanzionato Atletico Madrid e Real in seguito al tesseramento irregolare di alcuni calciatori minorenni. La sanzione è stata anche confermata dal comitato d’appello della stessa Fifa, che ha respinto il primo ricorso delle due società, che avevano già ottenuto una prima sospensiva per operare nel mercato estivo appena concluso. Approfittando della sospensiva, il Real Madrid è riuscito a riportare a casa Alvaro Morata dalla Juventus, mentre l’Atletico ha acquistato Gameiro, Gaitan e Vrsaljko per circa 70 milioni complessivi. In attesa degli sviluppi, Real e Atletico devono intanto pagare rispettivamente una multa da 320 e 820 mila euro.

I Video di Blogo