Omicidio a Milano: nuova sparatoria in strada, il Pdl parla di allarme sicurezza

Continuano le indagini sulla vita dei due coniugi uccisi a Milano. Intanto la giunta Pisapia è sotto accusa dopo una nuova sparatoria (fortunatamente senza vittime).

Dopo l’omicidio di Carolina Payano Ortiz e Massimiliano Spelta, uccisi da un killer lunedì sera in via Muratori a Milano, il Pdl locale inizia a parlare di allarme sicurezza.

Dito puntato contro la giunta Pisapia. Secondo l’ex vicesindaco Riccardo De Corato “questa sparatoria è il risultato dell’abbassamento del livello di guardia sulla sicurezza a Milano da parte della giunta Pisapia. Mentre la sparatoria di ieri è un’altra prova che nella nostra città si vive un clima da Far West, sindaco e giunta si attardano in analisi sociologiche sgangherate”.

De Corato fa riferimento ad un altro episodio, avvenuto ieri nel pomeriggio: in via Giacosa, angolo via Pietro Crespi, da un’auto sono partiti alcuni colpi, diretti ad un’altra vettura. Le auto sono fuggite in direzione opposta e un colpo ha centrato una terza auto in sosta di proprietà di un residente.

Intanto si cerca di fare luce sul duplice delitto: infatti a casa di Spelta sono stati trovati 47 grammi di cocaina e dopo il fallimento della sua attività l’uomo non lavorava e aveva pochi soldi sul conto corrente. Anche sua moglie non aveva un impiego, ma, riporta il Corriere, allo stesso tempo spendevano molto.

LINK UTILI

Omicidio a Milano: cocaina in casa di Massimiliano Spelta, uccisa prima la moglie Carolina Payano.

Omicidio a Milano: esecuzione in pieno centro, freddata coppia.

Agguato a Porta Romana: morta anche la moglie della vittima, Massimiliano Spelta.

Milano: uccisi l’imprenditore Massimiliano Spelta e la sua compagna.

Omicidio a Milano: esecuzione in Porta Romana, salva una bambina di 2 anni.

Omicidio Milano: si scava nella vita dei coniugi Spelta, il Pdl attacca Pisapia.

I Video di Blogo