Twitter ovale: Brunel rimanda a scuola Troncon

L’allenatore azzurro parla delle scelte federali nel settore tecnico.

“Ho voluto che Troncon andasse alla franchigia perché non aveva mai allenato in un club”

Jacques Brunel, allenatore dell’Italrugby

E’ online da ieri sera il nuovo sito d’informazione sul rugby onrugby.it, curato dall’amico e collega Paolo Wilhelm. E subito il collega mi regala una piccola chicca da condividere. L’intervista a Jacques Brunel, tecnico dell’Italia.

A essere interessante è l’ultima parte dell’intervista, dove si parla di scelte tecniche federali. Alla domanda di onrugby se abbia avuto un peso nelle decisioni dei tecnici delle nazionali, Brunel risponde: No, non è il mio lavoro, ma quello della federazione. E’ vero che ho proposto e indicato Gajan per le Zebre, così come ho voluto che Troncon andasse alla franchigia perché non aveva mai allenato in un club ed è un’esperienza che credo possa rivelarsi interessante e molto utile per la sua crescita. Ma per U20, Emergenti e le altre nazionali non ho dato indicazioni o suggerimenti”.

Ecco, due dati balzano agli occhi. Il primo, che ho già sottolineato, è la scelta di far crescere Alessandro Troncon in una realtà di club, a dimostrazione che – forse – il passaggio campo-nazionale era stato un po’ affrettato e che l’ex mediano di mischia azzurro necessita di una gavetta vecchio stile. Il secondo, invece, è l’affermazione che lui, Brunel, non ha avuto voce in capitolo sulla questione tecnici. Ma non c’era qualcuno – in Federazione – che aveva indicato proprio il coach francese come il “sicario” di Craig Green

Link utili
Chi è Jacques Brunel 

L’addio di Troncon all’Italia

Tutto il rugby in streaming 

Commenta questa notizia sul FORUM di RUGBY 1823

 

RUGBY 1823 è anche su Facebook

RUGBY 1823 è anche su Twitter