Pro 12: Zebre, ko anche con Connacht

Si è disputato a Parma il secondo match della franchigia federale nella RaboDirect Pro 12.

Troppi falli, poche idee e un Connacht non irresistibile ma concreto. Basta questo alle Zebre per battezzare con una sconfitta l’esordio casalingo a Parma e portare a casa un insuccesso che fa male, contro una delle formazioni più abbordabili del torneo. Non bastano le mete di Pace Van Schalkwyk in un match comunque combattuto fino all’ultimo.

Si parte subito forte. Prima ruck e Totò Perugini commette fallo, mandando gli irlandesi in touche nei 22 degli italiani. Subito un’occasione da meta per il Connacht, quindi, con un’azione prolungata, ma un fallo in attacco salva la franchigia federale. Ma sono sempre gli ospiti ad attaccare, un nuovo fallo e ancora una volta la squadra di Galway si trova vicino ai 22 italiani. Si salvano bene le Zebre, in un primo periodo di gara in cui nessuna delle due squadre riesce a costruire molto gioco. Dopo 8′ nuovo pericolo con una mischia per le Zebre vicino ai cinque metri difensivi, ma un fallo irlandese permette alla franchigia federale di allontararsi dall’area di meta. Al 10′ altro fallo delle Zebre, con Venditti, che manda Miah Nikora sulla piazzola e l’apertura sblocca il risultato. Al 15′ la prima fiammata delle Zebre, con un buon buco di Garcia che porta i suoi in avanti, ma un in avanti castra l’occasione e la palla torna agli ospiti, ma le Zebre ora provano anche a costruire, non subendo solo gli avversari. Ma è una fiammata e il primo quarto si chiude ancora con il Connacht in avanti e le Zebre che difendono strenuamente.

Dopo cinque minuti interlocutori al 25′ le Zebre ottengono la prima punizione piazzabile e mandano Orquera a calciare per i tre punti. Ma l’ovale va largo e il Connacht resta avanti. Alla mezz’ora arriva la meta che gela Moletolo. Una palla persa da Geldenhuys, l’ovale che va al largo, Duffy calcia, ci arriva O’Halloran e va a schiacciare tra i pali. Sentono il colpo le Zebre che lasciano il pallino sempre in mano al Connacht, pur non essendo un gioco di grandissima qualità quello degli irlandesi. Gli errori italiani quando il possesso è dei padroni di casa facilita il lavoro al XV di Galway che staziona nella metà campo delle Zebre, ma non riesce a concretizzare. Al 38′ però un fallo di Festuccia e Perugini regala altri tre punti a Nikora che fissa il punteggio sul 13-0 per gli ospiti.

La ripresa inizia ben diversamente da come si era chiuso il primo tempo. Una bella azione da Chillon a Bergamasco porta l’ovale a Pace che evita un paio di avversari e si tuffa in meta (magari evitabile) per i primi punti della franchigia federale nel match. Lo stesso Pace, però, poi commette un altro gesto evitabilissimo. Un placcaggio con uomo in aria e le Zebre restano in inferiorità numerica per 10 minuti. La fallosità delle Zebre inizia a pesare sul match, con anche Sole che regala una touche nei 22 agli ospiti che ora premono per massimizzare la superiorità. Un altro fallo di Van Schalkwyk rischia di lasciare in 13 le Zebre, ma Ian Davies questa volta grazia i federali. Non li grazia Nikora che piazza ancora e porta oltre break il Connacht al 50′. Break che si allarga al 57′ quando la meta di George Naoupu rischia di chiudere in largo anticipo la sfida. Nikota trasforma e si va sul 23-7 per gli irlandesi. Il terzo quarto si chiude con le Zebre in attacco che cercano di riaprire un match che rischia di fuggire loro di mano. Da touche parte un’azione prolungata sui cinque metri irlandesi, poi mischia e Andries Van Schalkwyk riapre quel match che appariva chiuso con una meta di potenza.

E il momento buono per i padroni di casa continua poco dopo quando è Gannon, appena entrato, a placcare un uomo in volo e a uscire per 10 minuti. Spingono i padroni di casa che ora sentono l’odore del sangue e capiscono che possono riaprire un match che sembrava perso. Mattatore è il sudafricano Van Schalkwyk che va vicino alla seconda meta, ma il Connacht riesce a tenere lontani gli italiani e a far passare i minuti. Al 72′ uno scontro di boxe tra Redolfini e Ah You costa ai due piloni un cartellino giallo. Punizione comunque per le Zebre e Luciano Orquera può riportare i suoi sotto break proprio prima del finale. Si entra così negli ultimi cinque minuti con il risultato ancora in bilico, le Zebre in attacco, ma un errore di Bergamasco ridà l’ovale agli ospiti che ormai giocano con un occhio all’orologio. Una follia dai propri 22 di Tito Tebaldi si trasforma in colpo gobbo delle Zebre che in una manciata di secondi si ritrovano dall’altra parte del campo, una serie di passaggi, una corsa di Venditti e alla fine, solo a un passo dalla meta, viene perso l’ovale. Ma la squadra di Parma resta nella zona calda del campo quando mancano tre minuti alla fine. Ma il match viene deciso da una scelta arbitrale dubbia. Vantaggio per le Zebre in attacco, palla persa, ma Davies non dà più il vantaggio. Calcio degli irlandesi, ribaltamento di fronte, palla persa da Chiesa e, infine, la meta di McCarthy che chiude la partita.

ZEBRE – CONNACHT 17-30
Venerdì 7 settembre, ore 19.05 – Stadio XXV Aprile, Parma
Zebre: 15 Sinoti Sinoti, 14 Giovanbattista Venditti, 13 Alberto Benettin (68′ Alberto Chiesa), 12 Gonzalo Garcia (c), 11 Samuele Pace (58′ Ruggero Trevisan), 10 Luciano Orquera, 9 Alberto Chillon (52′ Tito Tebaldi), 8 Andries Van Schalkwyk, 7 Mauro Bergamasco, 6 Filippo Cristiano (71′ Nicola Belardo), 5 Josh Sole (51′ Emiliano Caffini), 4 Quintin Geldenhuys, 3 David Ryan (65′ Andrea De Marchi), 2 Carlo Festuccia (51′ Davide Giazzon), 1 Salvatore Perugini (65′ Luca Redolfini).
Connacht:15 Gavin Duffy (c), 14 Tiernan O’Halloran, 13 Eoin Griffin (71′ Robbie Henshaw), 12 Mata Fifita, 11 Fetu’u Vainikolo, 10 Miah Nikora, 9 Kieran Marmion (40′ Frank Murphy, 54′ Matthew Jarvis), 8 George Naoupu (60′ Dave Gannon), 7 Johnny O’Connor (40′ Willie Faloon), 6 John Muldoon, 5 Mike McCarthy, 4 Michael Swift, 3 Ronan Loughney (58′ Nathan White), 2 Ethienne Reynecke, 1 Denis Buckley (58′ Rodney Ah You).
In panchina: 16 Adrian Flavin
Arbitro: Ian Davies
Marcatori: 12′ cp. Nikora, 30′ m. O’Halloran tr. Nikora, 38′ cp. Nikora, 44′ m. Pace tr. Orquera, 50′ cp. Nikora, 56′ Naoupu tr. Nikora, 60′ m. Van Schalkwyk tr. Orquera, 74′ cp Orquera, 79′ m. McCarthy tr. Nikora
Cartellini gialli: 47′ Pace, 61′ Gannon, 72′ Ah You, 72′ Redolfini

Link utili
Il calendario del Pro 12 

Il rugby in streaming

Commenta questa notizia sul FORUM di RUGBY 1823

 

RUGBY 1823 è anche su Facebook

RUGBY 1823 è anche su Twitter