Torino: 15enne romeno accoltellato a morte da connazionale

Ucciso in strada per aver risposto negativamente alla richiesta di una sigaretta: è quanto accaduto ieri a Torino, in un giardinetto alla periferia Nord della città. Un ragazzo romeno di 15 anni stava chiacchierano con alcuni amici quando un gruppetto di connazionali, tutti più grandi di lui, l’ha avvicinato chiedendogli una sigaretta. Il 15enne ha


Ucciso in strada per aver risposto negativamente alla richiesta di una sigaretta: è quanto accaduto ieri a Torino, in un giardinetto alla periferia Nord della città.

Un ragazzo romeno di 15 anni stava chiacchierano con alcuni amici quando un gruppetto di connazionali, tutti più grandi di lui, l’ha avvicinato chiedendogli una sigaretta. Il 15enne ha risposto che non fumava e a quel punti i bulletti hanno tentato di rapinarlo.

Hanno cercato di rubargli il cellulare e la lite che si è originata gli è stata fatale: un ragazzo ha tirato fuori un coltello ed ha colpito il 15enne alla gola.

Inutile il repentino arrivo dell’ambulanza e la corsa in ospedale: il giovane è deceduto poco prima dell’arrivo.

Al momento il responsabile dell’omicidio non è stato ancora rintracciato e in queste ore gli investigatori stanno ascoltando tutti i testimoni oculari alla ricerca di informazioni utili.

Questo caso non può non farci ricordare quello del 29enne Nicola Tommasoli, pestato ed ucciso a Verona nella notte del Primo Maggio 2008 da un gruppo di bulletti dopo essersi rifiutato di dar loro un sigaretta.

I quattro responsabili furono rintracciati, anche grazie ad un video, e nel settembre dello scorso anno arrivarono le condanne: 14 anni di carcere a Nicolò Veneri e Federico Perini, entrambi di 21 anni, 12 a Raffaele Dalle Donne, ventenne, e 10 al 21enne Guglielmo Corsi.

Un altro caso simile era stato registrato a Manchester lo scorso anno: il 26enne Martin Brammall era stato ridotto in coma da tre ragazzi, anche lui dopo essersi rifiutato di dar loro una sigaretta. I tre responsabili furono condannati per lesioni personali gravi.

Via | La Stampa

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd