Marco Travaglio sulla tragedia in Abruzzo e l’Italia degli abusi

Qualcuna parlerà di opportunismo, altri gli daranno dello sciacallo, altri ancora si scandalizzeranno della freddezza di Marco Travaglio. Però nel paese del trionfo dell’emotività e del buonismo, chi è lo sciacallo? Chi documenta il perchè della tragedia o chi da decenni permette che in Italia trionfino faccendieri e palazzinari? E il piano casa? Ne vogliamo

Qualcuna parlerà di opportunismo, altri gli daranno dello sciacallo, altri ancora si scandalizzeranno della freddezza di Marco Travaglio. Però nel paese del trionfo dell’emotività e del buonismo, chi è lo sciacallo? Chi documenta il perchè della tragedia o chi da decenni permette che in Italia trionfino faccendieri e palazzinari? E il piano casa? Ne vogliamo parlare? Ecco un passaggio del discorso (integrale nel video qui sopra) di Travaglio:

Noi siamo un Paese dove la prevenzione, anche delle disgrazie che possono essere previste e prevenute, lascia il tempo che trova; immaginate se si rispettassero le regole dei piani regolatori e delle modalità di edificazione: avremmo molti meno morti per i terremoti. Pensate se in questi anni, invece di continuare a dare il via all’edilizia selvaggia ci si fosse concentrati sulla stabilizzazione, solidificazione, il miglioramento delle abitazioni con tutti gli accorgimenti per renderle da un lato permeabili al rischio sismico e dall’altro anche più risparmiose.

E ancora:

Pensate a quello che si sta facendo in tutto il mondo per incentivare i lavori che rendono le case più sicure dall’interno e dall’esterno: invece di dire “aumentate” bisognerebbe dire “sistemate le vostre case”; non c’è bisogno di case più grandi, ma di case più sicure e meno dispendiose.
Questa sarebbe stata un’ottima politica di prevenzione, soltanto che i palazzinari ci avrebbero guadagnato poco, e sapete che la lobby dei palazzinari è piuttosto influente in questi anni.

E allora, chi sono gli sciacalli?

I Video di Blogo