Varese: evasi tre detenuti dal carcere Miogni

Varese: tre detenuti romeni anno segato le sbarre della cella e sono evasi dal carcere, calandosi dal tetto con delle lenzuola.

di remar

Update 24/02 – Si è costituito ieri Daniel Parpalia, il terzo romeno fuggito giovedì scorso dal carcere Miogni di Varese. Gli altri due che erano evasi con lui (Victor Sorin Miclea e George Bunoro) sono stati arrestati nei giorni scorsi a Lugano, in Svizzera.

23.19 – Uno dei tre detenuti evasi la notte scorsa è stato rintracciato e riportato in carcere dalla Squadra mobile di Varese. Proseguono le ricerche degli altri due. Hanno segato le sbarre della cella e sono evasi. È accaduto la scorsa notte nel carcere Miogni di Varese, tre detenuti sono in fuga. I ricercati sono cittadini romeni, due erano dentro per furto, l’altro per sfruttamento della prostituzione. Lo fa sapere il segretario nazionale della Uilpa penitenziari Angelo Urso.

Un’evasione classica, da manuale secondo una prima ricostruzione della Squadra mobile di Varese: dopo aver segato le sbarre, non si sa come, i detenuti sono saliti sul tetto del penitenziario e da lì si sarebbero calati dal muro di cinta con delle lenzuola legate. Le forze dell’ordine hanno istituito posti di blocco in tutta la provincia e anche in direzione del confine svizzero.

I tre evasi, due 33enni e un 59enne, dividevano la stessa cella. Ad accorgersi della loro fuga e a dare l’allarme sono stati gli agenti penitenziari che nella notte si sono accorti che i detenuti erano scomparsi. All’inizio del mese erano evasi altri due detenuti dal carcere di Parma, uno dei quali condannato per omicidio: anche loro si sono calati fuori dalle mura del penitenziario con delle lenzuola legate a mo’ di corda. Sono ancora ricercati.

Foto © Getty Images