Serbia-Croazia 11-7 | Finale Pallanuoto | Olimpiadi Rio 2016

Olimpiadi Rio 2016. Pallanuoto Uomini. La Serbia batte la Croazia 11-7 in finale e conquista la medaglia d’oro. Argento per i croati che abdicano a quattro anni dal titolo vinto a Londra ’12.

Olimpiadi Rio 2016. La Serbia conquista la medaglia d’oro nella Pallanuoto Maschile. Sconfitta la Croazia, 11-7, nella finale disputata all’Olympic Stadium, sabato 20 agosto.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la formazione allenata da Dejan Savic, sempre avanti nel punteggio con la Croazia incapace di rimontare e mai veramente in grado di impensierire i rivali. Le speranze degli oramai ex campioni olimpici in carica di confermare il titolo vinto a Londra ’12 si sono infrante definitivamente con il gol di Dusan Mandic che ha portato la Serbia sul 9-5 al termine del terzo quarto.

Nell’ultimo parziale, la Serbia completa l’opera con le reti di Pijetlovic che doppia la Croazia nel punteggio (10-5). Sukno, il migliore dei suoi, prova a scuotere i compagni con la rete del 10-6 ma è un’illusione. La Croazia dà l’impressione di non crederci più e smette di lottare. La Serbia controlla, incrementa il gap con Mandic e arriva senza patemi all’oro olimpico, trionfo che rende la nazionale balcanica detentrice, al momento, dei 4 titoli in palio nella pallanuoto con Mondiale, Europeo e World League, conquistati al termine di un quadriennio irripetibile iniziato dal bronzo di Londra ’12, all’epoca considerato quasi una beffa per una nazionale invincibile.

Bellissima l’immagine finale del c.t. Savic che non si butta in acqua con i suoi ragazzi a festeggiare e si dirige verso la panchina croata ad abbracciare il tecnico Ivica Tucak e il resto della squadra sconfitta. Una scena di grande sportività e che va anche oltre la pallanuoto. Tra Serbia e Croazia, infatti, non è mai una sfida qualunque…

Pallanuoto, Rio 2016 | La finale Serbia-Croazia

serbia-croazia-pallanuoto-rio-2016.jpg

Olimpiadi Rio 2016. Pallanuoto – Stasera, alle 22.50, la finale del torneo maschile tra Serbia e Croazia.

Un epilogo giusto quello dell’Olympic Center tra le due squadre che, insieme all’Italia, hanno espresso la miglior pallanuoto nel torneo, pur con un rendimento non sempre continuo.

Era partita in sordina, la Serbia. Forte dei favori del pronostico, gli uomini di Deki Savic hanno stentato in avvio con i pareggi contro Grecia e Ungheria e la sconfitta, inaspettata, con i padroni di casa del Brasile. Un ko che poi si è rivelato salutare per i serbi che hanno conquistato la qualificazione ai quarti, superando il Giappone 12-8. Nella fase eliminatoria, altri due successi con Spagna (10-7) e Italia (10-8) in semifinale, punteggio quest’ultimo che non certifica la superiorità serba, specie nella prima parte dell’incontro, con un eloquente 6-0 al quarto d’ora.

Due sconfitte, ininfluenti, con Spagna e Francia, per la Croazia nel girone B, concluso al secondo posto, piazzamento migliore di quello dell’Italia, sconfitta 10-7 con cinque gol di Sandro Sukno. Ai quarti, i croati hanno azzerato le ambizioni di medaglia del Brasile di Ratko Rudic, con il 10-6 che è valso la qualificazione alla semifinale vinta agevolmente, 12-8, con il Montenegro.

Campionessa olimpica in carica, la Croazia si presenta alla finale odierna con la consapevolezza che la difesa del titolo conquistato a Londra ’12 sarebbe davvero un’impresa. La Serbia, più forte degli avversari, con l’eventuale medaglia d’oro, trofeo mai vinto precedentemente, completerebbe un triennio di trionfi che comprende già il titolo di campione del mondo e d’europa e la World League.

Sfida, dunque, da non perdere. Per seguirla in tv, c’è la diretta su Raisport 1, disponibile anche in streaming su raisport.rai.it o tramite il portale rai.it/rio2016 sul canale dedicato alla pallanuoto.

Ultime notizie su Olimpiadi

Tutto su Olimpiadi →