OutdoorCinema: Grido di pietra

Apriamo una piccola rassegna per dimostrare come il cinema ami il mondo dell’Outdoor. Nessun film mi pare più adatto ad introdurre l’argomento di Grido di Pietra di Werner Herzog, scritto da un soggetto di Reinhold Messner, il signore degli 8000 metri. Il film è un particolarissimo inno allo sport dell’arrampicatate dell’alpinismo.La storia – Durante il

Apriamo una piccola rassegna per dimostrare come il cinema ami il mondo dell’Outdoor. Nessun film mi pare più adatto ad introdurre l’argomento di Grido di Pietra di Werner Herzog, scritto da un soggetto di Reinhold Messner, il signore degli 8000 metri. Il film è un particolarissimo inno allo sport dell’arrampicatate dell’alpinismo.

La storia – Durante il campionato mondiale di free climbing indoor Ivan Rodanovic, uno degli organizzatori, invita Roccia Innerkofler, il più celebre alpinista del mondo, per commentare le gare per la televisione. Competono Martin Edelmeier, un tedesco, campione in carica, e un californiano.

Innerkofler dichiara che nessun free climber potrebbe però essere in grado di affrontare una vera montagna come il Cerro Torre. La sfida ad uno dei picchi più impervi del Sud America è subito pronta. Martin decide così di seguire Roccia nella sua spedizione al Cerro Torre e sfidarlo sul leggendario picco patagonico. Solo uno di loro riuscirà a raggiungere la vetta dove una scoperta incredibile lo attende.

Una leggenda di produzione dice che Werner Herzog per girare questo film sia rimasto chiuso in una caverna con il suo operatore per cinque giorni e senza viveri. “Io voglio mostrare a cosa può assomigliare un albero quando lo si vede per la prima volta nella vita”, così il regista descrive il suo modo di fare i film. “Vi trovate una vita profonda, una sensazione di forza, un’intensità che non riscontrate nei film hollywoodiani in cui la natura ha qualcosa di artificiale”.
Un film imperdibile per gli amanti del cinema e della montagna.

Regia di Werner Herzog
con Donald Sutherland, Brad Dourif, Vittorio Mezzogiorno, Mathilda May.
Genere Drammatico
Produzione Germania, Francia, Canada, 1991
Durata 96 minuti circa.