Melloblocco 2011: un’edizione stratosferica

L’ottava edizione del Melloblocco, il più grande raduno di bouldering e arrampicata del mondo: record assoluto di partecipanti (2600 gli iscritti) provenienti da 22 nazioni diverse.

di trab



Un’edizione stratosferica, l’ottava edizione del Melloblocco, il più grande raduno di bouldering e arrampicata del mondo, per chi c’è stato (come il sottoscritto) e per gli organizzatori che hanno registrato il record assoluto di partecipanti (2600 gli iscritti) provenienti da 22 nazioni diverse. Talmente tanti da superare ogni aspettativa.

Sugli otto “boulder Gara” degli uomini e sugli otto delle donne su cui per tre giorni si sono confrontati molti dei migliori boulderisti del mondo. Dallo statunitense Chris Sharma, “the king” dell’arrampicata, al “mago” Adam Ondra dalla Repubblica Ceca.

E ancora big climber del calibro degli italiani Gabriele Moroni, Mauro Calibani, Michele Caminati, Roberta Longo. E poi la svizzera Nina Caprez, la belga Muriel Sarkany, il britannico James Pearson, l’austriaca Barbara Zangerl e gli spagnoli Patxi Usobiaga e Daila Ojeda.


Alla fine, in gara maschile, sono in 5 al top della classifica ciascuno con 5 boulder risolti: l’innarrestabile Adam Ondra, il novarese e asso della nazionale Gabriele Moroni, l’ascolano e mito del boulder Mauro Calibani, il parmense Michele Caminati in forma super e il fortissimo 20enne finlandese Anthony Gullsten.

Con 4 boulder la stella britannica James Pearson e Riccardo Caprasecca, fedelissimo del Melloblocco. In gara femminile, invece, il primo posto parimerito con 6 boulder saliti va alla russa Alexandra Balakireva e all’austriaca Barbara Zangler entrambe in grande forma. Per tutti, uomini e donne, in palio c’era lo stesso monte premi. Per tutte le foto visitate il Flickr.