UK: continua il processo per i due giovanissimi fratelli torturatori di Edlington, la sentenza è attesa per oggi

Quasi certamente vi ricorderete dei due fratellini torturatori di Edlington, in Gran Bretagna: hanno appena 10 ed 11 anni e sono sotto processo per aver picchiato e molestato due bambini di 9 ed 11 anni. Li hanno picchiati con bastoni e mattoni, costretti ad avere rapporti sessuali tra di loro, gli hanno urinato addosso, bruciato


Quasi certamente vi ricorderete dei due fratellini torturatori di Edlington, in Gran Bretagna: hanno appena 10 ed 11 anni e sono sotto processo per aver picchiato e molestato due bambini di 9 ed 11 anni.

Li hanno picchiati con bastoni e mattoni, costretti ad avere rapporti sessuali tra di loro, gli hanno urinato addosso, bruciato le palpebre e le orecchie, costretti a mangiare aghi e la lista potrebbe continuare.

In queste ore sta continuando il processo che li vede imputati e nuovi dettagli sulla vicenda sono emersi. I due fratellini hanno ammesso di aver interrotto le torture solo perchè gli facevano male le braccia.

Alla domanda “perché l’avete fatto?” hanno risposto con un secco “non c’era nient’altro da fare, eravamo annoiati“.

Si è fatta anche un po’ di chiarezza sul contesto familiare in cui vivevano: con genitori pressochè assenti, i due guardavano film porno e film horror dalla mattina alla sera, fumavano sigarette e cannabis, bevevano birra e alcol in generale.

La sentenza per i due fratellini torturatori dovrebbe arrivare in giornata: vi ricordiamo che molto difficilmente i due verranno condannati al carcere a vita.

Secondo la legge inglese un giovane di età superiore ai 10 anni può essere giudicato come un adulto solo se il crimine commesso è omicidio o se la pena minima per un adulto che ha commesso lo stesso reato è di 14 anni.

Le condizioni, quindi, ci sono e se un adulto avesse fatto quello che hanno fatto loro, avrebbe ottenuto senza ombra di dubbio il carcere a vita. Staremo a vedere cosa deciderà il giudice.

Via | Daily Mail

I Video di Blogo