Padre uccide i suoi tre figli in un hotel

Un nuovo dramma familiare sconvolge gli Stati Uniti. Dopo Joshua Mauldin, che ha messo la figlia in un microonde, protagonista è ancora una volta un padre, Mark Castillo, che ha ucciso i suoi tre figli di 6, 4 e 2 anni in una stanza dell’hotel Baltimore Marriott Inner Harbor. L’uomo dopo aver compiuto il massacro

Un nuovo dramma familiare sconvolge gli Stati Uniti. Dopo Joshua Mauldin, che ha messo la figlia in un microonde, protagonista è ancora una volta un padre, Mark Castillo, che ha ucciso i suoi tre figli di 6, 4 e 2 anni in una stanza dell’hotel Baltimore Marriott Inner Harbor. L’uomo dopo aver compiuto il massacro ha chiamato la reception ed ha atteso la polizia.

E’ stato trovato in camera con i corpicini dei bambini, morti annegati nella vasca. Castillo è stato portato in ospedale per curare dei tagli che si era auto-inflitto e lì è stato interrogato. Alla base del folle gesto sembra ci fosse un conflitto con l’ex moglie per la custodia dei bambini.

L’episodio va a inserirsi in un lungo e triste elenco di figlicidi, riusciti o tentati. Qualche giorno fa una madre ha lanciato i due figli da un sovrappasso dell’autostrada e poi si è buttata anche lei, ma fortunatamente sono rimasti tutti vivi, ma i casi – come questo – in cui gli esiti sono irreparabili sono tantissimi. Le donne uccidono per depressione post partum, complesso di Medea o sindrome di Munchausen per procura, gli uomini quasi sempre perché hanno problemi con la partner. Ma quale che sia il motivo, a pagare con la vita sono sempre bambini indifesi.

Via | ABC news