Maddaloni, rapina in casa e omicidio: uccisa pensionata 62enne

Il corpo senza vita della pensionata presentava diverse ferite d’arma da taglio. La dinamica dell’aggressione non è del tutto chiara.

di remar

12.45 – La pista della rapina in casa non è l’unica seguita dai carabinieri per venire a capo del delitto di Maria Coscia assassinata nella notte nel suo appartamento al quarto piano di un parco residenziale di Maddaloni. La donna era una ex dirigente di un’azienda del settore della formazione, lavorava a San Nicola La Strada, sempre nel Casertano. Due dei suoi figli residenti nel nord Italia, sono in viaggio per Maddaloni.

Una rapina in casa degenerata in omicidio. È l’ipotesi avanzata dagli investigatori che si stanno occupando del caso della pensionata di 62 anni, Maria Coscia, uccisa a Maddaloni, in provincia di Caserta, la scorsa notte.

La donna sarebbe rimasta vittima di alcuni malviventi che volevano ripulirle l’appartamento e che l’hanno assassinata a colpi di coltello secondo i primi rilievi di polizia e del medico legale. Il corpo senza vita della pensionata presentava diverse ferite d’arma da taglio.

La dinamica dell’aggressione non è del tutto chiara ma gli inquirenti in queste ore oltre ai vicini stanno ascoltando la versione del figlio di Maria Coscia che era in casa con lei e che sarebbe stato legato dai rapinatori poi fuggiti facendo perdere le loro tracce, non si sa se e con quale bottino. Indaga la squadra mobile della Questura di Caserta.

(in aggiornamento)

Foto © TMNews