I nuovi giudici della Corte d’Appello dello Stato della Città del Vaticano

Il 31 dicembre scorso il papa ha nominato i nuovi giudici della Corte d’Appello dello Stato della Città del Vaticano.

di robo

L’ultimo giorno del 2012 papa Benedetto XVI “ha nominato Giudici della Corte d’Appello dello Stato della Città del Vaticano il Rev.do Mons. Egidio Turnaturi e l’Illustrissimo Dott. Riccardo Turrini Vita”.

Monsignor Egidio Turnaturi ha a che fare con Vatileaks. Come membro della commissione disciplinare dello Stato della Città del Vaticano, lo scorso inverno gli era stata affidata l’inchiesta interna volta a valutare le accuse di mala gestione che erano state sollevata da Carlo Maria Viganò, che, a quei tempi, era segretario del governatorato. Le accuse, come ben ricorderete, divennero poi pubbliche per via della sottrazione di documenti riservati da parte di Paolo Gabriele, condannato per tale reato e recentemente graziato da papa Ratzinger.

I nuovi Giudici della Corte d’Appello dello Stato della Città del Vaticano

Il cinquantunenne Turrini Vita è un magistrato ed è direttore generale del personale dell’amministrazione penitenziaria italiana. Fa parte dell’Ordine di Malta come “cavaliere di grazia magistrale” ed è commendatore dell’ordine pontificio di San Gregorio Magno. Inoltre, e questo è un aspetto interessante, fa parte della presidenza dell’associazione Una Voce Italia (è presidente della sezione di Cerveteri – Roma – e consiglieri di diritto nel Consiglio Nazionale), che si occupa della salvaguardia della liturgia latino-gregoriana.

L’associazione Una Voce Italia

difende la Tradizione liturgica latino-gregoriana della Chiesa cattolica, e in particolare la celebrazione della Santa Messa detta tridentina.

Insomma, un modo come un altro per fare un passo indietro.

Via | Settimo Cielo
Foto | Getty