Tour de France 2016, tappa 14: poker di Cavendish, Kittel si arrabbia | Video

Quarto successo in questo Tour per Mark Cavendish nella tappa da Montélimar a Villars-les-Dombes Parc des Oiseaux.

  • 14:30

    Benvenuti alla diretta della 14esima tappa del Tour de France 2016 da Montélimar a Villars-les-Dombes Parc des Oiseaux.
    C’è una fuga in corso che è cominciata dopo 28,5 km dal via, animata da Jérémy Roy della FDJ che ha attaccato per primo e a cui si sono aggiunti poi Alex Howes della Cannondale, Martin Elmiger della IAM e Cesare Benedetti della Bora-Argon 18. Il loro vantaggio è salito fino a 4’ 25” intorno al km 50 e si è stabilizzato.

  • 14:35

    I battistrada hanno da poco superato il km 85 e il loro vantaggio è sceso a 3′ 50″.

  • 14:50

    siamo a 114 km dal termine e il distacco è di 3′ 51″.

  • 14:51

    Ricordiamo i nomi dei battistrada che sono partiti in fuga al km 28,5:

      Jérémy Roy della FDJ
      Alex Howes della Cannondale
      Martin Elmiger della IAM
      Cesare Benedetti della Bora-Argon 18
  • 14:52

    La media oraria è molto bassa, è stata di circa 30 km/h sia nella prima sia nella seconda ora di corsa. Questo significa che probabilmente oggi l’arrivo slitterà a dopo le 17:30.

  • 15:09

    Quando siamo a 100 km dal termine il vantaggio dei fuggitivi è di 4′.

  • 15:22

    Siamo ora a 93 km dal traguardo e il distacco è sceso a 3′ 13″.

  • 15:37

    A 84 km dal termine il distacco è di 3′ 23″.

  • 15:57

    In testa al gruppo si fa vedere soprattutto l’Etixx-Quick Step, intanto uno dei suoi corridori, Julian Alaphilippe, si è avvicinato all’auto dell’assistenza medica.

  • 16:11

    Ancora 63 km da percorrere e i quattro battistrada conservano un margine di 2′ 15″.

  • 16:12

    Cesare Benedetti passa davanti agli altri fuggitivi allo sprint intermedio di La Fayette.

  • 16:14

    Sagan ha vinto lo sprint intermedio del gruppo ed è dunque quinto.

  • 16:14

    C’è da dire che gli altri velocisti come Kittel e Kristoff, quando hanno visto partire Sagan non si sono nemmeno sforzati di contrastarlo.

  • 16:19

    59 km al traguardo e 2′ 03″ di vantaggio dei quattro battistrada sul gruppo.

  • 16:26

    Ripetiamo i nomi dei battistrada che ora hanno solo 1′ 33″ di vantaggio:

      Jérémy Roy della FDJ
      Alex Howes della Cannondale
      Martin Elmiger della IAM
      Cesare Benedetti della Bora-Argon 18
  • 16:27

    C’è stata una caduta in coda al gruppo e ad avere la peggio è stato Matti Breschel della Cannondale-Drapac.

  • 16:41

    A 43 km dal traguardo il ritardo del gruppo è sceso a poco più di un minuto.

  • 16:48

    A 39 km dall’arrivo ormai siamo sotto il minuto di distacco.

  • 16:56

    33,8 km da percorrere e il distacco è ancora di circa un minuto soltanto. Il gruppo però non accelera perché non vuole tornare compatto troppo presto.

  • 17:01

    Ai -30 km solo 48″ di vantaggio per Roy, Howes, Elmiger e Benedetti.

  • 17:08

    Solo 20″ di distacco ai -25.8 km.

  • 17:10

    Si fa vedere in testa al gruppo la Dimension Data di Mark Cavendish.

  • 17:12

    Solo pochi metri separano ora il gruppo dai quattro battistrada. Siamo a 22 km dal traguardo.

  • 17:15

    Il gruppo sta per riprende i fuggitivi.

  • 17:15

    Solo 21 km al traguardo.

  • 17:16

    Ci sono ancora una quindicina di secondi di distacco, ma di fatto si stanno già preparando i treni delle squadre dei velocisti. Mancano 19 km al termine.

  • 17:19

    I quattro attaccanti non mollano, hanno addirittura guadagnato qualcosina, ma la loro fuga è destinata a concludersi presto. Siamo a 18 km dal termine e il gap è di 27″.

  • 17:19

    BMC e Dimension Data sono già schierate in fila indiana.

  • 17:21

    Ai -16 il distacco è salito a 38″.

  • 17:25

    Ancora 40″ per Benedetti, Roy ed Elmiger, mentre Howes è rimasto indietro di qualche metro.

  • 17:26

    A 13 km dal termine restano 38″ di vantaggio per Benedetti, Roy ed Elmiger, mentre Howes è stato ripreso dal gruppo.

  • 17:31

    Ultimi 10 km, ancora 30″ di margine per i tre uomini rimasti in fuga.

  • 17:31

    Elmiger prova a rilanciare l’azione, Benedetti perde qualche metro. Di fatto ora c’è in palio in numero rosso del più combattivo tra questi tre.

  • 17:32

    Benedetti non riesce a stare a ruota, restano in fuga Elmiger e Roy.

  • 17:37

    Ai -6 km ancora 26″ per Elmiger e Roy.

  • 17:37

    Peter Sagan si ritrova davanti al vento e si guarda indietro.

  • 17:38

    Stanno per essere ripresi anche Elmiger e Roy. Siamo a -3,9 km.

  • 17:39

    Elmiger e Roy si danno la mano, ai -3,4 km finisce la loro avventura.

  • 17:39

    Gruppo compatto. Ricordiamo che ai -3 km scatta la neutralizzazione in caso di caduta o problema meccanico.

  • 17:41

    Si formano i trenini delle squadre dei velocisti.

  • 17:41

    Etixx-Quick Step per ora davanti a tutti.

  • 17:42

    Ultimo chilometro, spallate tra Coquard e Greipel, mentre l’Etixx sembra un po’ chiusa.

  • 17:42

    Sabatini lancia la volata per Kittel.

  • 17:43

    Ancora una volta Cavendish davanti a tutti.

  • 17:43

    Kittel ha fatto un gesto plateale contro Cavendish.

  • 17:44

    Cavendish, superando Kittel, ha leggermente cambiato traiettoria, per questo il tedesco si è arrabbiato.

  • 17:44

    La vittoria “ufficiosa” è di Mark Cavendish, si attende l’ufficialità.

  • 17:46

    Cavendish non ha ostacolato Kittel e dunque la vittoria è sua.

È poker per Mark Cavendish in questo Tour de France 2016. Il britannico della Dimension Data ha vinto la frazione numero 14 da Montélimar a Villars-les-Dombes Parc des Oiseaux, che si va ad aggiungere ai successi già collezionati nelle tappe 1, 3 e 6. Dietro di lui si piazzano Alexander Kristoff del Team Katusha e Peter Sagan della Tinkoff, che consolida la sua Maglia Verde.
Un po’ di polemiche nel finale perché Marcel Kittel dell’Etixx-Quick Step ha fatto un gesto plateale contro Cavendish che, superandolo, ha leggermente cambiato traiettoria, ma la giuria non ci ha visto nulla di male, anche perché la deviazione è avvenuta dopo che il britannico ha superato il tedesco e non sembra ostacolarlo.
Nessun problema per la Maglia Gialla Chris Froome. Come corridore più combattivo è stato scelto il francese Jérémy Roy della FDJ, uno dei fuggitivi, che è rimasto davanti fino all’ultimo con Martin Elmiger della IAM, ma non ha vinto nessuno dei tre gpm, che sono andati uno a Thomas De Gendt (Lotto-Soudal) quando il gruppo era ancora compatto, uno al fuggitivo Alex Howes della Cannondale-Drapac e l’altro a Cesare Benedetti della Bora-Argon 18, che poi si è aggiudicato anche lo sprint intermedio.

Questi i primi al traguardo della quattordicesima tappa:

Qui la classifica generale e qui tutte le classifiche delle Maglie.

Tour de France 2016: Cavendish vince la 14a tappa

Tour de France 2016: la 14esima tappa

Tour de France 2016 diretta tappa 14 del 16 luglio

Il Tour de France 2016 giunge oggi alla sua quattordicesima tappa che porterà i corridori da Montélimar a Villars-les-Dombes Parc des Oiseaux lungo un percorso di 208,5 km. La seguiremo in diretta a partire dalle ore 15.

Si tratta di una frazione adatta alle ruote veloci. Ci sono infatti tre gran premi della montagna, ma tutti di quarta categoria e dunque con un solo punto a testa in palio per la classifica della Maglia a Pois guidata da Thomas De Gendt della Lotto-Soudal: la Côte de Puy-Saint-Martin, che si trova a km 20,5, è lunga 3,6 km e ha una pendenza media del 5,2%, poi la Côte du Four-à-Chaux, al km 93,5, lunga 3,9 km con una pendenza media del 4,2%, e infine la Côte d’Hauterives al km 101,5, lunga 2,1 km con una pendenza del 5,5%.

Tutti e tre i gpm si trovano dunque nella prima metà del percorso, poi c’è uno sprint intermedio al km 145,5, a La Fayette. Negli ultimi 20 km la strada sale leggermente, ma l’arrivo è piatto e dunque è facile che si decida tutto allo sprint finale, a meno che il gruppo non si faccia beffare da un’azione di un finisseur nel finale o addirittura dalla fuga come d’altronde è già successo in questo Tour.

Stamattina si è anche diffusa la voce che il gruppo possa procedere compatto per tre quarti del percorso in segno di solidarietà nei confronti delle vittime della strage di Nizza, visto che ieri non hanno potuto fare molto poiché c’era la crono individuale e hanno reso omaggio solo con un minuto di silenzio prima dell’inizio e poi con una cerimonia di premiazione silenziosa con le Maglie e il vincitore di giornata Tom Dumoulin che hanno deposto simbolicamente dei fiori sul podio.

I favoriti in caso di sprint sono sempre gli stessi: Mark Cavendish della Dimension Data, già vincitore di tre tappe in volata in questo Tour, Marcel Kittel dell’Etixx-Quick Step, che invece ne ha vinta solo una al fotofinish con Bryan Coquard della Direct Energie, che è dunque a caccia di riscatto visto che finora ha collezionato solo piazzamenti. Sono alla disperata ricerca del successo, perché rimasti ancora a bocca asciutta, André Greipel della Lotto-Soudal e Alexander Kristoff del Team Katusha. Da tenere d’occhio, come sempre, anche la Maglia Verde Peter Sagan, che potrebbe inventarsi qualcosa anche oggi. Tra i corridori che potrebbero tentare il colpaccio oggi ci sono anche Michael Matthews dell’Orica-BikeExchange, John Degenkolb del Team Giant-Alpecin e Davide Cimolai della Lampre-Merida, squadra rimasta ancora senza vittorie.

A complicare la tappa oggi potrebbe esserci il vento, che è già stato determinante nei giorni scorsi.
La diretta tv in chiaro comincia alle ore 14:35 su RaiSport 1 (alle 13:50 c’è l’anteprima), poi alle 15 anche su Raitre. Su Eurosport, per gli abbonati, il live inizia alle ore 14. In streaming il Tour si può seguire sul sito ufficiale di RaiSport o tramite Eurosport Player.

Tour de France 2016: planimetria e altimetria tappa 14

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Tour de France

Tutto su Tour de France →