La caduta di Froome (Video). Figuraccia dell’organizzazione del Tour che ha poi neutralizzato i distacchi

Tour de France 2016: una moto ha inchiodato sulla salita del Mont Ventoux facendo cadere Richie Porte, Bauke Mollema e Chris Froome

Aggiornamento 18:30 – Dietrofront della giuria del Tour de France che ha deciso di rimediare in qualche modo alla figuraccia fatta oggi. La direzione di gara ha infatti deciso di applicare una neutralizzazione a 1500 metri dal traguardo – poco prima della caduta – consentendo così a Froome di restare in Maglia Gialla e addirittura di incrementare il suo vantaggio in classifica generale sugli altri corridori in quel momento attardati. Una decisione pessima anche questa: sarebbe stato più saggio annullare tutti i tempi di questa tappa per non falsare ulteriormente la corsa.

La caduta di Froome (Video): Maglia Gialla persa. Figuraccia dell’organizzazione del Tour

Ore 17:50

Clamorosa figuraccia dell’organizzazione del Tour de France nella 12esima tappa da Montpellier al Mont Ventoux. Un incredibile incidente ha causato la caduta di Richie Porte, Bauke Mollema e Chris Froome, Maglia Gialla alla partenza. Il corridore britannico era scattato lasciando sul posto Nairo Quintana, sulla carta il suo più grande rivale. Nella sua azione d’attacco l’hanno seguito Richie Porte (BMC) e Bauke Mollema (Trek), vittime insieme a lui di una caduta quando mancava poco più di 1km al traguardo.

I tre stavano salendo tra due ali di folla verso il traguardo cercando di guadagnare il più possibile su un gruppetto nel quale c’erano Quintana, van Garderen, Aru, Valverde e Yates. Mentre stavano salendo in fila indiana la moto delle riprese televisive che li precedeva ha inchiodato in mezzo alla strada sorprendendo Porte, Froome e Mollema che uno dopo l’altro sono caduti tamponandola. Non sappiamo cosa abbia indotto il pilota della moto a frenare con così tanta violenza, ma possiamo immaginare che si fosse formato un ingorgo causato dalle moto della gendarmerie e dai tifosi.

C’era infatti davvero troppa gente lungo la strada e fin dall’inizio della salita la gendarmerie ha avuto difficoltà a contenere la folla. Le responsabilità sono in questo caso dell’organizzazione che ha deciso di accorciare la salita finale cancellando 6km dal percorso a causa del troppo vento, ma non ha chiuso e neanche transennato il resto della salita. Tutti i tifosi presenti si sono dunque riversati nella parte bassa della salita, stringendo il passaggio per i corridori. Anche una “catena umana” di volontari in supporto dei poliziotti avrebbe fatto la differenza.

A seguito della caduta la bicicletta di Froome si è rotta, impedendogli di risalire in sella. Il britannico, disperato, si è prima messo a correre a piedi verso il traguardo e poi è salito in sella ad una bici che gli ha consegnato la macchina dell’assistenza di corsa neutrale. Solo dopo aver arrancato su quel mezzo di fortuna è riuscito ad avere una nuova bici dalla sua ammiraglia, rimasta a sua volta imbottigliata nell’ingorgo. Nel frattempo tutti i suoi rivali lo hanno superato e lui ha perso 1’40” in classifica generale, perdendo così anche la Maglia Gialla a vantaggio di Adam Yates.

Ultime notizie su Tour de France

Tutto su Tour de France →