Stadio Is Arenas: arrestati Cellino e il sindaco di Quartu Contini

Cellino, il sindaco e l’assessore allo sport di Quartu sarebbero accusati di tentato peculato e falso ideologico nell’inchiesta sui lavori di adeguamento dell’ Is Arenas, lo stadio del Cagliari.

di remar

Il presidente del Cagliari Calcio Massimo Cellino, il sindaco di Quartu Mauro Contini e l’assessore ai Lavori pubblici dello stesso Comune Stefano Lilliu sono stati arrestati questa mattina. Sarebbero accusati di tentato peculato e falso ideologico nell’inchiesta sui lavori di adeguamento dell’Is Arenas, lo stadio del Cagliari. L’indagine tre mesi fa aveva già portato agli arresti di due dipendenti del Comune e di un imprenditore.

Lo scorso 29 novembre in carcere erano finiti due dirigenti del Comune di Quartu, Pierpaolo Gessa e Andrea Masala, e l’impresario Antonio Grussu. I primi due dopo un periodo di reclusione sono entrambi ai domiciliari, che sono stati concessi invece fin da subito a Grussu.

Secondo i pm i dirigenti comunali e l’impresario avrebbero usato i fondi del Piano integrato d’area (Pia) per effettuate parte dei lavori del nuovo stadio del Cagliari, a Quartu Sant’Elena. Si tratterebbe di strutture dell’impianto sportivo, come il basamento della tribuna principale o la recinzione, le porte antipanico e i tornelli che avrebbero dovuto essere pagate dal Cagliari Calcio.

Gli arresti di Cellino, del sindaco Contini e dell’assessore alla sport di Quartu sono stati eseguiti dagli uomini del nucleo regionale di polizia giudiziaria del Corpo forestale. Tutti e tre gli indagati si trovano nel carcere di Buoncammino. Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal gip di Cagliari Giampaolo Casula su richiesta del pm Enrico Lussu.

Foto © Getty Images