Tour de France 2016, tappa 11: Sagan vince davanti a Froome a Montpellier | Video

Finale a sorpresa nell’undicesima tappa da Carcassonne a Montpellier.

  • 14:05

    Benvenuti alla diretta testuale dell’undicesima tappa del Tour de France 2016 da Carcassonne a Montpellier. La corsa è partita pochi minuti fa, alle 13:46 e c’è già un tentativo di fuga: è stato lanciato al km 3 da Arthur Vichot della FDJ e a lui si è unito poco dopo Leigh Howard della IAM. Il loro vantaggio è salito a 55” al km 9.

  • 14:25

    Il vantaggio dei due battistrada è ormai oltre i tre minuti, intanto, al km 25, c’è stata una caduta nella quale sono stati coinvolti anche Thibaut Pinot della FDJ e George Bennett della LottoNL-Jumbo. Quest’ultimo è stato il primo a cadere. Nei chilometri successivi ci sono state altre due cadute a distanza di pochissimo tempo: alla seconda sono stati coinvolti Vandenbroeck del Team Katusha e Luis Leon Sanchez dell’Astana, nella terza Howes e Craddock della Cannondale, Grmay della Lampre e Theuns della Trek. Il motivo di queste cadute così frequenti è il vento.

  • 14:32

    Quando siamo al km 34 il vantaggio di Vichot e Howard è di 2’ 40”.

  • 14:37

    Vichot ha transitato per primo al primo gpm di giornata, la Côte de Minerva, di quarta categoria e dunque con un solo punto in palio per la Maglia a Pois.

  • 14:50

    Al km 50 il vantaggio di Vichot e Howard è di 2′ 30″.

  • 15:02

    Vichot ha transitato per primo anche al secondo e ultimo gpm di giornata, la Côte de Villespassans, anche questa di quarta categoria.

  • 15:10

    Siamo a 100 km dal termine della tappa e il vantaggio di Vichot e Howard è ora di 4′ 15″.

  • 15:30

    A 83 km dal traguardo il distacco è già dimezzato.

  • 15:35

    Sta scendendo drasticamente il vantaggio dei battistrada. Ora, a poco meno di 80 km dall’arrivo, è di 1′ 55″.

  • 15:42

    Il vento continua a infastidire i corridori, si sono aperti almeno quattro ventagli.

  • 15:42

    Alcuni corridori sono rimasti indietro rispetto al gruppo che si è organizzato in ventagli.

  • 15:45

    Intanto il distacco è ormai di 25″ soltantoo quando mancano 71 km al traguardo.

  • 15:46

    In testa al gruppo ci sono uomini BMC e Trek-Segafredo.

  • 15:50

    Ormai Vichot e Howard hanno appena una ventina di secondi di vantaggio sul gruppo che però si è diviso in più tronconi.

  • 15:55

    Adesso c’è il Team Sky della Maglia Gialla Chris Froome in testa al gruppo. Il distacco è di 25″.

  • 16:01

    Siamo a 60 km dal traguardo il Team Sky sta imponendo un ritmo piuttosto alto al gruppo. La fuga di Vichot e Howard è finita.

  • 16:02

    Per qualche metro è rimasto al vento anche Chris Froome. In testa al gruppo ora c’è un po’ di bagarre tra Team Sky, Tinkoff e Dimension Data.

  • 16:10

    Siamo a meno di 3 km dal traguardo volante di Pézenas e a 51 km dall’arrivo a Montpellier.

  • 16:12

    Tra il gruppo principale della Maglia Gialla e un secondo troncone nel quale c’è la Maglia a Pois Thibaut Pinot c’è un distacco di 48″.

  • 16:13

    Allo sprint intermedio di Pézenas transita per primo Marcel Kittel dell’Etixx-Quick Step davanti a Peter Sagan della Tinkoff e Mark Cavendish della Dimension Data. Il campione del mondo, dunque, conquista altri punti importanti per la Maglia Verde.

  • 16:21

    Siamo a 42,7 km dal traguardo e la situazione è la stessa: gruppo diviso in due tronconi con una quarantina di secondi di distacco l’uno dall’altro.

  • 16:22

    In testa al gruppo Maglia Gialla vediamo ora Team Sky, Movistar, BMC e LottoNL-Jumbo. Il gruppo della Maglia a Pois, invece, è guidato soprattutto dalle squadre francesi FDJ e Direct Energie.

  • 16:29

    Il gruppo della Maglia a Pois, che è composto da una cinquantina di corridori, ha ancora 23″ da recuperare quando siamo a 37 km dal traguardo.

  • 16:32

    Siamo a 33 km dall’arrivo a Montpellier e il gruppo è compatto.

  • 16:41

    C’è di nuovo un tratto con un forte vento laterale.

  • 16:41

    La prima parte del gruppo è compatta, poi c’è una lunga coda di corridori in fila indiana.

  • 16:45

    Siamo in un tratto in leggera discesa e ora i corridori della testa del gruppo stanno pedalando a una velocità di circa 70 km/h.

  • 16:47

    Mancano ancora 22 km al traguardo.

  • 16:53

    Siamo a 18 km dal traguardo e il gruppo è sempre compatto. Ormai si attende solo di arrivare a ridosso dell’arrivo per preparare i treni per i velocisti.

  • 16:57

    Ai -15 km cominciano le operazioni per la preparazione dei treni delle squadre dei velocisti in vista dell’inevitabile volata finale.

  • 16:58

    Fabian Cancellara guida il treno della sua squadra, la Trek-Segafredo.

  • 16:59

    Forcing della Tinkoff in testa alla corsa che ha come effetto quello di spezzare il gruppo in due: si è creato un buco dopo i primi 45-50 corridori.

  • 17:01

    Fatica anche Chris Froome a tenere la ruota degli uomini Tinkoff.

  • 17:01

    Froome è alla ruota di Sagan, la Maglia Gialla e la Maglia Verde hanno un gregario a testa, ossia Thomas e Bodnar.

  • 17:02

    Sagan, è evidente, vuole anticipare il gruppo e Froome lo asseconda. Siamo a 9,8 km dal traguardo.

  • 17:03

    Sagan chiede a Froome e Thomas se hanno intenzione di collaborare per staccare definitivamente il gruppo, per ora ci sono alcuni metri di distacco.

  • 17:03

    Il vantaggio dei quattro uomini in testa è di 21″ sulla prima parte del plotone, quella in cui ci sono anche Quintana e Aru, che si sono fatti sorprendere da Froome.

  • 17:05

    Mark Cavendish è rimasto da solo perché a quanto pare ha un problema meccanico.

  • 17:05

    In testa al gruppo, intanto, si alternano uomini IAM, Etixx-Quick Step, Direct Energie, Lotto-Soudal, Lotto-NL Jumbo e Dimension Data.

  • 17:07

    Froome, Thomas, Bodnar e Sagan collaborano tra loro e conservano i circa 20″ di vantaggio. Intanto Mark Cavendish si è dovuto arrendere.

  • 17:07

    Cavendish ora “passeggia”, rinuncia a recuperare il suo distacco dal gruppo che insegue i quattro al comando.

  • 17:08

    Siamo a 4 km dal traguardo, ora è il Team Katusha che si mette in testa al gruppo. Purito Rodriguez della squadra russa, ma anche Julian Alaphilippe dell’Etixx-Quick Step, sono rimasti indietro.

  • 17:10

    Siamo negli ultimi 3 km e il vantaggio di Froome, Sagan, Thomas e Bodnar è sempre di 20″.

  • 17:10

    La seconda parte del gruppo, quella con Rodriguez e Alaphilippe, ha oltre un minuto di ritardo.

  • 17:11

    Siamo a 1,8 km e il vantaggio dei quattro di testa è di 17″.

  • 17:12

    Ultimo chilometro, ancora 12″ di vantaggio per i quattro in testa!

  • 17:12

    Sprint tra Sagan e Froome con Bodnar che tira la volata!

  • 17:13

    VINCE PETER SAGAN DAVANTI A FROOME!

La verità è questa: se in corsa c’è Peter Sagan ti puoi veramente aspettare di tutto. E il bello di questo Tour de France è che anche Chris Froome, solitamente considerato un corridore con poca “fantasia”, è in uno stato di grazia e così la Maglia Verde e la Maglia Gialla oggi hanno dato spettacolo nel finale dell’undicesima tappa da Carcassonne a Montpellier. Merito prima di tutto di Sagan e del suo compagno-amico fraterno Maciej Bodnar, che hanno attaccato a 10 km dal traguardo e solo Froome con il suo fido gregario Geraint Thomas hanno risposto. Si è così formato un quartetto che ha messo il gruppo nel sacco con Alexander Kristoff del Team Katusha che si è dovuto accontentare del quarto posto. Froome ha guadagnato 6″ rispetto ai primi della classifica generale, cui si vanno ad aggiungere anche altri 6″ di abbuono. E Sagan consolida il suo primato nella classifica a punti, visto che Mark Cavendish ha avuto un problema meccanico negli ultimi km ed è arrivato dopo la testa del gruppo principale.
Nello sprint finale, ovviamente, Sagan non ha neanche dovuto faticare per avere la meglio su Froome che era più interessato a voltarsi indietro per verificare il distacco dal gruppo.

Tutti i corridori italiani in corsa oggi hanno portato una coccarda nera sul braccio sinistro in segno di lutto per l’incidente ferroviario avvenuto ieri in Puglia.

Questi i primi al traguardo di Montpellier:

Qui la classifica generale e qui tutte le classifiche aggiornate.

Tour de France 2016: Sagan vince a Montpellier

Tour de France 2016: Carcassonne-Montpellier

L'altimetria dell'11a tappa

Il Tour de France 2016 giunge oggi alla sua undicesima tappa da Carcassonne a Montpellier, una delle più semplici dal punto di vista altimetrico ed è anche tra le più brevi con i suoi 162,5 km. La seguiremo in diretta qui su questa pagina di Blogo a partire dal via, che oggi è previsto abbastanza tardi, ossia alle 13:50.

Dovrebbero dunque tornare protagonisti i velocisti puri, a meno che non si facciano nuovamente fregare da una fuga, anche se, con tutta la buona volontà, è difficile pensare che oggi riesca a fuggire un gruppo troppo numeroso di battistrada, capace di distanziare notevolmente il plotone e metterlo nel sacco nel finale. Più probabile che le squadre delle ruote veloci tengano sotto controllo la situazione e poi attacchino nel finale per mettere i proprio capitani nella condizione migliore in vista della volata conclusiva che, visti i nomi della startlist, si preannuncia spettacolare.

I nomi da fare tra i favoriti sono sempre gli stessi: Mark Cavendish della Dimension Data, per quanto fatto vedere finora, potrebbe essere considerato il favorito numero uno, visto che ha già vinto tre tappe e non è certo uno che si accontenta, poi ci sono i “panzer” Marcel Kittel dell’Etixx-Quick Step e André Greipel della Lotto-Soudal, che hanno entrambi lasciato presto il Giro d’Italia per partecipare al Tour, ma non hanno ancora raccolto grandi soddisfazioni: Kittel ha vinto la quarta tappa, ma solo al fotofinish, Greipel neanche una. E tra gli insoddisfatti c’è anche il norvegese Alexander Kristoff del Team Katusha che deve darsi una mossa se non vuole terminare il Tour con il numero “0” nella casella delle vittorie.

In seconda fascia possiamo inserire nomi come quello di Bryan Coquard, francese della Direct Energie che ha perso davvero per un pelo contro Kittel e poi ha raccolto anche un terzo posto nella terza tappa, mentre sul fronte italiano possiamo citare Davide Cimolai della Lampre-Merida. Ovviamente è sempre da tenere d’occhio il campione del mondo Peter Sagan che, nonostante la grande fatica di ieri, potrebbe tentare il colpaccio anche oggi e comunque cercherà certamente il piazzamento per difendere la sua Maglia Verde soprattutto dagli attacchi di Mark Cavendish.

Sul percorso non c’è molto da dire: ci sono due gran premi della montagna, ma entrambi di quarta categoria ed entro i primi 60 km: la Côte de Minerve si trova al km 38 ed è una salita di 2,4 km con una pendenza media del 5,4%, mentre la Côte de Villespassans è al km 57, lunga 2,3 km e con una pendenza media del 4,5%.

La tappa si può vedere come sempre in diretta tv su Eurosport 1 dalle ore 14, su RaiSport 1 dalle 14:35 e su Raitre dalle ore 15, mentre in streaming si può seguire tramite Eurosport Player o sul sito ufficiale di RaiSport.

Tour de France 2016: altimetria e salite dell’11a tappa

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Tour de France

Tutto su Tour de France →