Wimbledon 2016 | Murray trionfa su Raonic in finale

Wimbledon 2016. Murray vince la finale con Raonic 6-4; 7-6; 7-6 e conquista il suo secondo titolo in carriera ai Championship

  • 14.50

    Ci siamo. L’attesa è agli sgoccioli. Tra dieci minuti inizia la finale di Wimbledon tra Murray e Raonic

  • 15.00

    Murray e Raonic sono in campo. Nel Royal Box, oltre al principe William e alla moglie Kate, presenti anche il premier britannico Cameron e i primi ministri di Scozia e Canada.

  • 15.02

    Effettuato il sorteggio. Lo vince Raonic che sceglie di servire.

  • 15.03

    Cominciato il riscaldamento pre partita

  • 15.07

    Quasi ultimato il riscaldamento

  • 15.11

    Il principe William e la moglie Kate nel Royal Box

  • 15.12

    PARTITA COMINCIATA. Raonic al servizio nel game inaugurale del PRIMO SET

  • 15.14

    0-1 Raonic nel primo set. Il canadese tiene a 15 il servizio nel game iniziale della partita. Da 0-15, quattro punti di fila per Milos

  • 15.17

    1-1 nel primo set. Murray risponde a Raonic con il primo turno in battuta vinto a 15 con ace finale

  • 15.20

    Raonic sventa una palla break nel terzo game, inducendo Murray all’errore in risposta, sotto 30-40. Siamo ai vantaggi

  • 15.22

    1-2 Raonic nel primo set. Dal 30-40, tre punti consecutivi per Milos che respinge un break point per Murray e torna avanti nel punteggio. Prima pausa del match

  • 15.27

    2-2 nel primo set. Murray impatta di nuovo. A 30, lo scozzese vince il quarto gioco con il servizio a disposizione da 40-0

  • 15.29

    2-3 Raonic nel primo set. Con sicurezza, Milos incamera a 0, il quinto game annullando la risposta di Murray

  • 15.32

    3-3 nel primo set. Murray restituisce a Raonic il game a 0 in battuta e pareggia di nuovo.

  • 15.37

    BREAK MURRAY e 4-3 per lui nel primo set. Raonic cede il servizio con un errore in volee a rete sotto 30-40. E’ bastata una breve accelerata a Murray per staccare il rivale

  • 15.41

    In corso l’ottavo game del primo set con Murray al servizio avanti 4-3 nel punteggio

  • 15.44

    5-3 Murray nel primo set. Andy conferma il break precedente, vincendo l’ottavo gioco, in battuta, ai vantaggi

  • 15.49

    5-4 Murray nel primo set. Raonic accorcia le distanze, rimontando da 15-30 nel nono game. Al cambio di campo, Andy serve per chiudere il parziale

  • 15.52

    MURRAY VINCE IL PRIMO SET, 6-4 in 40 minuti. Nel decimo game, Andy si impone a 30 e non mette Raonic nelle condizioni di tentare la rimonta. Un break a fare la differenza. Murray, comunque, superiore

  • 15.55

    INIZIA IL SECONDO SET con Raonic in battuta per primo

  • 15.59

    Murray fallisce un break point nel primo game del secondo set, affossando una risposta in rete

  • 16.01

    0-1 Raonic nel secondo set. Il canadese neutralizza un break point poi riesce a tenere la battuta ai vantaggi con tre punti di fila dal BP

  • 16.05

    1-1 nel secondo set. Da 40-0, nel secondo game, Murray perde due punti poi approfitta dell’errore di dritto di Raonic per tornare in parità. Nessuna chance in risposta, finora, per Milos

  • 16.08

    1-2 Raonic nel secondo set. Senza patemi, il canadese si impone a 15 al servizio nel terzo gioco e distanzia di nuovo Murray

  • 16.12

    2-2 nel secondo set. Con una prima vincente, Murray conquista il quarto game e riporta in parità il parziale. Poco spettacolo sul Centrale. Non un match indimenticabile. Anzi

  • 16.15

    2-3 Raonic nel secondo set. Milos si impone a 0 nel quinto gioco al servizio. Finora solo due ace per lui. Pausa

  • 16.20

    3-3 nel secondo set. Con tre servizi vincenti e un passante di rovescio, Murray lascia a 15 Raonic nel sesto gioco. Siamo nella stessa situazione del parziale precedente

  • 16.24

    Murray costringe Raonic ai vantaggi, al servizio, sul 3-3 del secondo set

  • 16.27

    3-4 Raonic nel secondo set. Milos sventa un Break Point ai vantaggi e distanzia Murray ai vantaggi. Game vitale per il canadese, comunque, meno efficace al servizio rispetto ai precedenti turni

  • 16.32

    4-4 nel secondo set. Ancora 0 break point per Raonic. Murray lo lascia a 30 nell’ottavo game. Momento delicato del set e, forse, della partita

  • 16.35

    BREAK POINT MURRAY sul 4-4; 30-40 del secondo set

  • 16.37

    Errore gravissimo di Murray sul break point con il back di rovescio che si ferma in rete

  • 16.38

    ALTRO BREAK POINT MURRAY, ai vantaggi, sul 4-4 del secondo set

  • 16.39

    Altro errore di Murray. Anche sul secondo break point, Andy affossa il colpo in rete

  • 16.40

    4-5 Raonic nel secondo set. Il canadese, a un passo dal baratro, annulla due break point, prevale ai vantaggi e ora costringe Murray a servire per allungare il parziale. Nervosissimo Andy per le occasioni mancate

  • 16.44

    5-5 nel secondo set. Murray tiene il servizio nel decimo game con 4 punti di fila da 0-15. Si prosegue

  • 16.47

    5-6 Raonic nel secondo set. Game delicatissimo vinto a 0 in battuta da Milos con volée di dritto finale all’incrocio delle righe. Al cambio di campo, Murray si ritrova nella stessa situazione precedente

  • 16.51

    6-6 nel secondo set. Senza difficioltà, Murray pareggia di nuovo. Il set si decide al TIE BREAK

  • 16.53

    1-0 Murray nel tie break. Subito mini break per lo scozzese. Erroraccio a rete per Raonic

  • 16.53

    2-0 Murray. Andy avvolge Raonic e lo induce all’errore di rovescio

  • 16.54

    3-0 Murray. Prima di servizio e dritto che Raonic non riesce a respingere

  • 16.55

    3-1 Murray. Primo punto al servizio per Raonic nel TB

  • 16.55

    4-1 Murray. Doppio mini break per lo scozzese. Raonic non riesce a chiudere lo scambio e viene trafitto da un passante

  • 16.56

    5-1 Murray. Rovescio vincente e Andy si avvicina al traguardo. Si cambia campo

  • 16.57

    6-1 Murray. Prima vincente di Andy e 5 set point a disposizione

  • 16.58

    6-2 Murray. Secondo punto in battuta per Raonic che ha un altro servizio a disposizione

  • 16.58

    6-3 Murray. Raonic accorcia ulteriormente. Ora va a servire lo scozzese

  • 16.59

    MURRAY VINCE IL SECONDO SET, 7-3 al tie break che si conclude con un dritto errato del canadese. Il titolo si avvicina per il britannico

  • 17.04

    Dopo una pausa più lunga del previsto, inizia il TERZO SET con Murray al servizio per primo

  • 17.08

    1-0 Murray nel TERZO SET. Sul 40-30, lo scozzese approfitta dell’ennesimo errore di dritto di Raonic. Segue ora un delicatissimo game al servizio per il canadese. Vedremo come reagirà al set appena perso

  • 17.12

    1-1 nel terzo set. Raonic si impone a 15 nel secondo gioco, il primo al servizio della terza frazione ma c’è una montagna da scalare per l’allievo di Piatti

  • 17.16

    2-1 Murray nel terzo set. Quattro punti consecutivi dallo 0-15 e lo scozzese distanzia Raonic che, mai nel match, è arrivato a break point

  • 17.20

    2-2 nel terzo set. Con un serve&volley sul 40-30, Raonic torna in careggiata e riprende Murray. Non vuole mollare il canadese

  • 17.23

    PRIMI DUE BREAK POINT per Raonic sul 2-2 del terzo set

  • 17.24

    Murray annulla i due break point, costringendo Raonic a due errori in risposta. Siamo ai vantaggi nel quinto game del terzo set

  • 17.26

    3-2 Murray nel terzo set. Con quattro punti consecutivi da 15-40, lo scozzese sventa due break point e prevale ai vantaggi. Per Raonic, pochi rimpianti

  • 17.29

    3-3 nel terzo set. In sicurezza, Raonic, non concede nulla al servizio nel sesto game e si riporta in parità.

  • 17.33

    4-3 Murray nel terzo set. Con l’aiuto del nastro, il britannico ottiene il punto finale sul 40-15 del settimo gioco e torna a condurre. Al cambio di campo, Raonic non può permettersi defaillance

  • 17.37

    4-4 nel terzo set. Con coraggio, Raonic ottiene due punti di fila dal 30-30 e conserva il servizio in un momento decisivo non solo del set ma dell’intera finale

  • 17.40

    5-4 Murray nel terzo set. Con due ace, lo scozzese si porta a un solo game dalla vittoria del titolo. Dopo la pausa, Raonic giocherà il game di servizio più difficile della finale

  • 17.44

    5-5 nel terzo set. Non trema Raonic e a 0 mantiene il turno di servizio che prolunga ulteriormente la Finale

  • 17.47

    6-5 Murray nel terzo set. Lo scozzese si garantisce almeno il tie break con un provvidenziale game a 0 al servizio. Dopo il cambio di campo, Raonic, non può davvero sbagliare

  • 17.51

    6-6 nel terzo set. Raonic non concede nulla a Murray anche nel 12° game. Si va al TIE BREAK

  • 17.52

    1-0 Murray. Turno in battuta concluso con una volèe a campo aperto dal britannico

  • 17.53

    2-0 Murray. Mini break per Andy che trafigge Raonic con un passante a rete

  • 17.54

    3-0 Murray. Altro mini break per il beniamino di casa che intravvede il traguardo

  • 17.55

    4-0 Murray. Lo scozzese consolida il vantaggio e tiene la battuta. E’ quasi fatta

  • 17.56

    5-0 Murray. Dritto vincente dello scozzese. Raonic intuisce che la fine è vicina

  • 17.57

    5-1 Murray. Primo punto per Raonic con errore di dritto dell’avversario. Si cambia campo

  • 17.58

    6-1 Murray. Altro mini break e 5 MATCH POINT per lo scozzese

  • 17,59

    6-2 Murray. Raonic ottiene il primo punto in risposta nel tie break

  • 18.00

    MURRAY VINCE WIMBLEDON 2016 !!!. 7-2 il punteggio del tie break del terzo set che regala il secondo trionfo londinese in carriera al numero due del mondo

  • 18.02

    MURRAY IN LACRIME PER IL TRIONFO

  • 18.04

    Pianto dirotto di Murray in panchina

  • 18.07

    Murray e Raonic sono stati premiati. A breve la gallery e il commento della partita

Andy Murray vince Wimbledon 2016. In finale, lo scozzese si impone 6-4; 7-6; 7-6 su Raonic. Trionfo meritato per Andy, il secondo ai Championship dopo quello del 2013.

Non è stata una finale indimenticabile. Tutt’altro. Spettacolo e agonismo sono mancati con Murray che ha condotto le ostilità fin dall’inizio con un break decisivo nel primo set e nessuna occasione concessa in risposta al rivale nel secondo terminato 7-3 al tie break. Solo nel terzo, Raonic ha avuto due break point che Murray ha annullato supportato dal servizio prima di chiudere la contesa con un netto 7-2 in un altro tie break.

Prima della premiazione, lo scozzese si è lasciato andare a un pianto dirotto, scaricando tutta la tensione che l’ha accompagnato fino al terzo titolo Slam in carriera.

Il Live della Finale, Murray-Raonic

Wimbledon 2016 | La finale Murray-Raonic

Wimbledon 2016. Murray e Raonic si affrontano oggi, alle 15, nella Finale del torneo maschile che decreterà il nuovo campione dei Championship, colui che succederà nell’albo d’oro a Novak Djokovic, vincitore delle ultime due edizioni.

Con l’eliminazione del numero uno del mondo, avvenuta al terzo turno contro Querrey, l’epilogo odierno sorprende ma non del tutto. Raonic, alla sua prima finale Slam in carriera, era uno dei favoriti nella parte alta del tabellone, nella quale figurava proprio il numero uno del mondo, e ha rispettato le attese, confermando tutti i propri progressi, oltreché di gioco anche di tenuta mentale, eliminando in semifinale l’altro big rimasto in corsa, Federer, crollato nella parte finale del match.

Torneo perfetto per Murray. Il britannico è in serie vincente da 11 partite e, nel suo cammino londinese, è stato solo impensierito da Tsonga, capace di portarlo, invano, al quinto set.Per Andy è la terza finale di Wimbledon. Bilancio, finora, in perfetta parità con una vittoria nel 2013 (contro Djokovic) e un ko, l’anno precedente, con Federer. Tre sono anche le finali Slam stagionali di Murray, fermato all’Australian Open e al Roland Garros dall’imbattibile Nole.

Ora Djokovic non c’è e lo stesso Murray, dichiarazioni di circostanza a parte, sa che l’occasione è propizia per tornare campione dello Slam prediletto. I precedenti contro Raonic sono dalla sua parte (7-5) con cinque vittorie di fila, l’ultima delle quali poco meno di un me se fa nella finale del Queen’s in rimonta, in tre set.

Potrebbe essere comunque una Finale interessante, nonostante il pronostico favorevole allo scozzese. Rispetto agli avversari fin qui affrontati, Raonic ha un’arma in più, il servizio. Contro Federer, il canadese ha servito ace e prime a oltre 230 km/h, un fattore di non poco conto che dovrebbe permettergli di rimanere in partita e tenere testa al rivale, a patto però che la risposta di Murray non si altrettanto efficace…

Ultime notizie su Wimbledon

Tutto su Wimbledon →