Tour de France 2016: Cummings ha vinto la 7a tappa. Van Avermaet sempre in Maglia Gialla

Van Avermaet sempre più in Maglia Gialla. Buona giornata per Vincenzo Nibali che oggi è andato in fuga alla ricerca della vittoria di tappa, ma purtroppo si è dovuto accontentare del quarto posto.

  • 15:00

    Benvenuti alla diretta testuale della settima tappa del Tour de France 2016 da L’Isle-Jourdain a Lac de Payolle. Nei primi 40 km ci sono stati numerosi attacchi, poi sono riusciti a staccarsi dal plotone nove uomini e a loro se ne sono aggiunti poco dopo altri 13. Al momento, dunque, ci sono 29 fuggitivi e tra di loro c’è anche la Maglia Gialla. Ecco l’elenco dei battistrada: Greg Van Avermaet (BMC), Vasil Kiryienka (Team Sky), Gorka Izagirre (Movistar), Vincenzo Nibali e Alexey Lutsenko (Astana), Jan Bakelants e Alexis Vuillermoz (AG2R-La Mondiale), Paul Martens (LottoNL-Jumbo), Fabian Cancellara e Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Oliver Naesen (IAMCycling), Matti Breschel, Alex Howes e Sebastian Langeveld (Cannondale-Drapac), Stephen Cummings (Dimension Data), Simon Geschke (Giant-Alpecin), Paul Voss (Bora-Argon 18), Kristijan Durasek e Tsgabu Grmay (Lampre-Merida), Angel Vicioso (Katusha), Jurgen Roelandts (Lotto-Soudal), Sylvain Chavanel e Antoine Duchesne (Direct Energie), Tony Martin (Etixx-Quick Step), Dani Navarro, Borut Bozic e Luis Angel Maté (Cofidis), Daryl Impey (Orica-BikeExchange) e Pierre-Luc Périchon (Fortuneo-Vital Concept).

  • 15:01

    Quando siamo a 83 km dal termine il vantaggio dei 29 fuggitivi è di 5′ 48″.

  • 15:12

    La situazione è stabile in questo momento, il distacco è sempre intorno ai 5′ 50″.

  • 15:18

    Siamo a 71 km dal termine e il gruppo di testa, che comprende la Maglia Gialla, è sempre composto da 29 uomini e ha 5′ 28″ di vantaggio sul resto del plotone.

  • 15:21

    Il gruppo inseguitore è guidato soprattutto dagli uomini della Movistar.

  • 15:23

    Vincenzo Nibali, che fa parte della fuga, si è rifornito dall’ammiraglia nonostante tra poco ci sia il rifornimento fisso (mancano solo 9 km).

  • 15:38

    56km al traguardo. 4’29” il vantaggio dei 29 corridori in fuga.

  • 15:45

    52km al traguardo. I fuggitivi stanno iniziando ad affrontare la salita del GPM de la Côte de Capvern (7.7km al 3.1% – categoria 4).

  • 15:54

    48,5km al traguardo. 4’12” per i battistrada, guidati da Nibali in salita. Nel gruppo sono la Movistar e la Sky a tenere sotto controllo la situazione.

  • 16:00

    I battistrada hanno superato il GPM de la Côte de Capvern (7.7km al 3.1% – categoria 4). Vincenzo Nibali è scattato negli ultimi metri di salita per andarsi a prendere il punto in palio.

  • 16:04

    Il gruppo dei big ha scollinato 3’30” dopo i fuggitivi. Ricordiamo che Greg Van Avermaet, la Maglia Gialla di questo Tour, fa parte del gruppo dei 29 battistrada.

  • 16:10

    Dani Navarro (Cofidis), Antoine Duchesne (Direct Energie), Matti Breschel (Cannondale-Drapac) e Stephen Cummings (Dimension Data) sono riusciti ad evadere dal gruppo dei battistrada. Altri corridori stanno cercando di rientrare sui corridori in testa.

  • 16:12

    35km al traguardo. Il vantaggio dei battistrada è di 4’17” sul gruppo dei big.

  • 16:21

    Simon Geschke (Giant-Alpecin) e Vincenzo Nibali (Astana) sono riusciti a rientrare sul gruppetto dei contraccanti. Adesso sono dunque 8 i corridori all’inseguimento del quartetto composto da Dani Navarro (Cofidis), Antoine Duchesne (Direct Energie), Matti Breschel (Cannondale-Drapac) e Stephen Cummings (Dimension Data)

  • 16:22

    I contrattaccanti si stanno avvicinandi ai battistrada e per questo motivo Stephen Cummings (Dimension Data) è scattato sperando di non farsi riprendere.

  • 16:24

    Situazione: Stephen Cummings (Dimension Data) in fuga; a 200 metri di distanza Dani Navarro (Cofidis); a 300 metri circa gli altri 8 corridori tra i quali Nibali e Van Avermaet. Il gruppo dei big è segnalato a 4’55” dalla fuga.

  • 16:26

    Situazione: Cummings al comando con 10″ di vantaggio su un gruppetto composto da 11 corridori: Navarro (appena ripreso), Martens, Nibali, Lutsenko, Van Avermaet, Howes, Geschke, Impey, Périchon, Breschel e Duchesne.

  • 16:28

    Il vantaggio di Cummings è salito a 34″. Sta per iniziare la salita de il Col d’Aspin (12km al 6.5% – categoria 1).

  • 16:29

    20km al traguardo. Cummings continua a spingere e adesso per lui è iniziata la salita.

  • 16:31

    Lutsenko intanto si sta sacrificando per Nibali, cercando di riportare i contrattaccanti sul fuggitivo.

  • 16:32

    All’inizio della salita Lutsenko si è spostato, lasciando a Nibali l’iniziativa. Il siciliano sta dettando l’andatura e sta facendo selezione.

  • 16:33

    Con Nibali ci sono Navarro, Van Avermaet, Howes e Impey.

  • 16:35

    Situazione: 17km al traguardo per Cummings; a 25″ Nibali, Navarro, Van Avermaet, Howes e Impey; a 4’51” il gruppo dei big. Tra i contrattaccanti e il gruppo ci sono, sparpagliati, gli altri 23 fuggitivi di giornata.

  • 16:37

    Anche per il gruppo dei big è iniziata la salita de il Col d’Aspin (12km al 6.5% – categoria 1). La FDJ, che non ha uomini in fuga, guida il plotone.

  • 16:38

    È sempre Nibali a guidare il gruppetto dei contrattaccanti; Cummings continua ad avere 25″ di vantaggio.

  • 16:40

    Warren Barguil (Giant-Alpecin) sta cercando di evadere dal gruppo dei big.

  • 16:41

    Le continue accelerazioni di Nibali hanno sfoltito il suo gruppetto: solo Navarro e Impey sono ancora alla sua ruota.

  • 16:42

    Cummings continua ad avere 22″ di vantaggio su Nibali, Navarro ed Impey. Il gruppo dei big è a 4’33” dalla testa della corsa.

  • 16:43

    13km al traguardo per Cummings, 6 dei quali di salita.

  • 16:45

    Situazione: 12,5km al traguardo per Cummings; a 36″ Nibali, Navarro ed Impey; a 58″ Van Avermaet (Maglia Gialla); a 4’31” il gruppi dei big.

  • 16:47

    5km al GPM per Cummings che ora ha 46″ di margine su Nibali, Navarro ed Impey e 1’17” su Van Avermaet.

  • 16:50

    Nibali sta cercando di staccare Navarro ed Impey, che per il momento gli restano a ruota. Nell’ultimo tratto di salita salgono le percentuali e Nibali spera ancora di poter riprendere Cummings.

  • 16:54

    Ancora 2,8km di salita per Cummings che ha 341 metri di vantaggio sul terzetto composto da Nibali, Navarro e Impey.

  • 16:55

    Pozzovivo e Pantano stanno cercando di evadere dal gruppo principale; in difficoltà invece Pinot (FDJ), che si sta staccando.

  • 16:58

    Situazione: 8,5km (1,4km di salita) per Cummings; a 1’09” Nibali, Navarro e Impey; a 2’16” Van Avermaet; a 4’25” il gruppo.

  • 16:59

    Adesso è Navarro ad attaccare nel gruppetto dei contrattaccanti, seguito da Impey. Nibali invece non è riuscito a rispondere.

  • 17:02

    7km al traguardo: Cummings ha scollinato ed adesso per lui inizia la discesa.

  • 17:02

    Navarro e Impey hanno scollinato con 58″ di ritardo da Cummings.

  • 17:03

    Intanto nel gruppo dei big è scattato Julian Alaphilippe (Etixx-Quick Step), che punta a riprendere e superare Van Avermaet per vestire la Maglia Gialla.

  • 17:04

    Nibali ha scollinato al GPM, ma non ci sono stati forniti riferimenti cronometri.

  • 17:05

    Il team SKY si è messo a spingere ed ha ripreso Alaphilippe. Arrivato al GPM il gruppo. Van Avermaet ha circa 1 minuto di vantaggio.

  • 17:06

    3km al traguardo per Cummings che continua a pedalare verso la vittoria.

  • 17:07

    Segnalato in crisi anche Barguil nell’ultimo tratto di salita, ma dovrebbe farcela a recuperare il ritardo nella discesa.

  • 17:08

    Ultimo km per Cummings!

  • 17:09

    Vittoria di tappa per Steve Cummings! È il quarto successo di tappa per la Dimension Data dopo i tre di Mark Cavendish!

  • 17:11

    Secondo posto per Impey e terzo per Navarro. Quarto Vincenzo Nibali.

  • 17:13

    Intanto un incidente singolare: si è sgonfiato l’arco dell’ultimo km, finendo addosso al gruppo che stava passando proprio in quel momento.

  • 17:16

    Greg Van Avermaet ha guadagnato circa 1’30” sul gruppo. Adesso bisogna capire quale decisione prenderà la giuria per l’arco dell’ultimo km che si è sgonfiato facendo perdere secondi preziosi ai corridori del gruppo.

  • 17:27

    A quanto pare la giuria ha deciso di non prendere alcun provvedimento per l’arco dell’ultimo km che ha rallentato il gruppo dei big.

17:20 – Questo l’ordine d’arrivo della tappa di oggi:

Tour de France 2016: la 7a tappa

Nelle prime sei giornate del Tour de France 2016 non ci siamo esattamente divertiti. Con l’unica eccezione della tappa dell’altro ieri vinta dal belga Greg Van Avermaet (BMC) al termine di una lunghissima fuga, la Grande Boucle non ha ancora riservato emozioni forti. Abbiamo assistito a delle belle volate di gruppo sempre molto incerte, ma di sicuro lo svolgimento delle tappe è parso prevedibile e poco avvincente. Nessuno ha mai neanche provato a mettere in discussione gli arrivi in volata e in tal senso hanno grosse responsabilità le squadre prive di uomini di classifica, in modo particolare quelle che sono arrivate al Tour grazie alle wild card, che teoricamente dovrebbero fare di tutto per mettersi in mostra ed attirare così sponsor in grado di fargli fare il salto di qualità.

Le tappe fin qui disputate non sono state certamente dure al punto da escludere dalla lotta corridori sulla carta meno dotati. Tutti sono andati fin troppo piano e praticamente nessuno ha saputo approfittarne per ritagliarsi uno spazio. Al Giro d’Italia, per fare un esempio, la Bardiani-CSF gioca da moltissimi anni un ruolo di primo livello, cercando sempre di lasciare il segno sulla corsa; le 15 vittorie di tappa ottenute negli ultimi 10 anni sono una prova lampante. Senza dimenticare, naturalmente, le 5 classifiche vinte.

Tanti talenti hanno iniziato la loro carriera tra i professionisti proprio sotto la sapiente guida della famiglia Reverberi che da sempre fa spiccare il volo a corridori promettenti, in alcuni casi anche abbandonati in modo miope dalle squadre world tour nella categoria dilettanti. Incomprensibile in tal senso l’atteggiamento remissivo delle squadre di secondo livello che stanno partecipando a questo Tour.

Catatteristiche 7a tappa del Tour 2016

La tappa di oggi è la prima di media montagna. I corridori partiranno da L’Isle-Jourdain per arrivare a Lac de Payolle dopo aver percorso 162,5km. Si tratta della prima tappa pirenaica ed è lecito aspettarsi un finale frizzante che dovrebbe coinvolgere anche gli uomini di classifica nell’ultima salita de il Col d’Aspin (1a categoria, 12,0 km al 6,5%). Probabilmente i big lasceranno via libera ad una fuga nella prima parte della tappa, contando di poterla poi annullare nel finale. Tra i favoriti di oggi possiamo già inserire pezzi da novanta come Chris Froome (Team Sky) e Nairo Quintana (Movistar), ma potenzialmente anche Fabio Aru (Astana).

Oggi capiremo anche fino a che punto Vincenzo Nibali potrà fornire assistenza al suo giovane compagno di squadra considerando le severe fragilità messe in mostra due giorni fa su salite sicuramente meno impegnative. Destano curiosità anche le condizioni di Alberto Contador (Tinkoff), ancora claudicante per le cadute nelle quali è rimasto coinvolto nella prima e nella seconda tappa di questo Tour de France. Tra i protagonisti principali non dovrebbe esserci Greg Van Avermaet (BMC) che però dovrebbe farcela a difendere la sua Maglia Gialla potendo contare su 5 minuti di vantaggio in classifica generale su tutti gli altri.

Vi diamo appuntamento alle ore 15 per seguire la nostra cronaca in diretta.

7a tappa Tour de France 2016: i GPM

Km 117.0 – Côte de Capvern (7.7km al 3.1% – categoria 4)
Km 155.5 – Col d’Aspin (12km al 6.5% – categoria 1)

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Tour de France

Tutto su Tour de France →