World League Volley 2016: l’Italia stende l’Iran 3-0 e va in Final Six!

Azzurri padroni assoluti del campo a Teheran, volano a Cracovia.

Serviva una vittoria per 3-0 oggi per poter già staccare il biglietto per Cracovia e vittoria per 3-0 è stata! Gli azzurri del volley hanno battuto nettamente l’Iran, oggi in veste di padrone di casa a Teheran. E infatti c’era il pubblico delle grandi occasioni all’Azadi Stadium, ma la superiorità dell’Italia ha permesso ai ragazzi di Chicco Blengini di non risentire minimamente del fattore campo.

L’Italia si è schierata con Giannelli in regia, Vettori opposto, Zaytsev e Juantorena in banda, Piano e Buti al centro più Colaci libero, mentre l’Iran è scesa in campo con Marouf al palleggio, Ebadipour opposto, Mahmoudi e Manavinezhad in banda, Mousavi e Gholami centrali più Marandi libero.

Nel primo set si è vista subito un’ottima Italia che si è portata al primo time-out tecnico sul +4 (8-4), poi ha permesso all’Iran di avvicinarsi al massimo a -2 (10-8), arrivando alla seconda pausa tecnica con lo stesso vantaggio della prima (16-12). Anche in questo caso l’Iran al massimo si è rifatto sotto fino al -2 (16-14), prima di sprofondare a -5 (20-15), un vantaggio che gli azzurri hanno conservato fino alla fine quando grazie a un servizio out dell’Iran hanno ottenuto cinque palle-set e poi con Vettori hanno chiuso sul 25-20.

Nel secondo set, invece, sono stati i padroni di casa a cominciare meglio e ad arrivare al primo time-out tecnico sul +2 (6-8), un gap che l’Italia ha colmato subito, appena rientrata in campo (8-8) ed è anche tornata in vantaggio (9-8), anche se ci è voluto un po’ prima di trovare il break (15-13). Al secondo time-out tecnico gli azzurri sono arrivati sul +3 (16-13), poi l’Iran ha provato a trovare il pareggio, arrivando al massimo a -1 (20-19), l’Italia ha accelerato e grazie al suo muro ha ottenuto quattro palle-set (24-20) e grazie a un attacco out di Ebadipour ha chiuso di nuovo sul 25-20.

Tra il secondo e il terzo set, come d’abitudine per la nazionale iraniana (come succede anche in Polonia), ci sono stati ben dieci minuti di pausa da dedicare agli sponsor, lunghissimi per chi è abituato al volley italiano (e non solo). Questa pausa, per fortuna, non ha intaccato la concentrazione degli azzurri, oggi troppo determinati a vincere rapidamente per poter conquistare la matematica qualificazione alla Final Six. L’Italia è così arrivata sul +4 al primo time-out tecnico (8-4), poi ha subìto l’ingresso in campo di Zarini, che ha anche urlato in faccia a Juantorena (ed entrambi hanno rimediato il cartellino giallo). L’Iran è cos’ riuscito a pareggiare sul 14-14, ma l’Italia è tornata in vantaggio alla seconda pausa obbligatoria e poi ha allungato riuscendo infine a trovare quattro palle-match con Zaytsev (24-20), una l’ha annullata lui stesso sbagliando il servizio, poi anche l’Iran ha sbagliato la battuta e così l’Italia ha vinto il set 25-21 e la partita per 3-0.

Risultato finale: Italia-Iran 3-0 (25-20, 25-20, 25-21)

Domani ultimo match della fase a gironi: l’Italia incontra la Serbia, che ora ha raggiunto in testa alla classifica insieme con gli Stati Uniti. I serbi a Teheran hanno perso sia contro l’Iran sia contro l’Argentina, ma sono già certi della qualificazione alla Final Six e inoltre sono reduci dall’inferno di Istanbul, dove sono arrivati poco dopo l’attentato all’aeroporto Atatürk, per fare scalo prima di arrivare a Teheran.

Foto © FIVB

Ultime notizie su World League Volley

Tutto su World League Volley →