Base Jumping: 20 secondi di gioia, il trailer

“E’ la fine quando ho colpito il terreno?” chiede Karina Hollekim. L’atleta norvegese ha dedicato gli ultimi cinque anni della sua vita alla più letale degli sport estremi: il base-jumping. Una sfida continua alla percezione comune di mortalità, un motivo per il quale gli atleti estremi sono spesso fraintesi. Un film di Jens Hoffmann.

di trab

“E’ la fine quando ho colpito il terreno?” chiede Karina Hollekim. L’atleta norvegese ha dedicato gli ultimi cinque anni della sua vita alla più letale degli sport estremi: il base-jumping. Una sfida continua alla percezione comune di mortalità, un motivo per il quale gli atleti estremi sono spesso fraintesi. Un film di Jens Hoffmann.