Di Maio replica a Berlusconi: “Ecco perché non gli piace il Dl Dignità”

Il vicepremier Luigi Di Maio replica agli attacchi di Silvio Berlusconi sul Dl Dignità: è scritto da chi non ha mai lavorato, aveva detto il ‘cavaliere’

Luigi Di Maio, ministro del Lavoro e dello Svilluppo Economico, difende il Dl Dignità dagli attacchi che stanno arrivando un po’ da più parti. Tra gli altri, molto critico nei confronti della misura voluta dal governo gialloverde, c’è il fondatore di Forza Italia, Silvio Berlusconi. “Berlusconi preoccupato per Dl Dignità? Forse – dichiara Di Maio con un tweet – perché abbiamo tutelato gli interessi delle fasce più deboli e non quelli delle lobby del gioco d’azzardo tanto care alle sue TV. Se ne faccia una ragione, noi continueremo a lavorare nell’esclusivo interesse delle famiglie!”.

Ma cosa aveva detto Berlusconi sul Dl Dignità? “Questo decreto – le parole del leader carismatico di FI – è certamente un male per le imprese, per i lavoratori, per l’occupazione, per i veri e propri drammi sociali che l’Italia deve affrontare non solo non risolve nulla, ma al contrario aggrava le difficoltà di famiglie e imprese”.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →