Giro di Svizzera 2016: Miguel Ángel López vince la generale, a Pantano l’ultima tappa | Video

Ultima giornata di stampo colombiano.

Un trionfo totale oggi per la Colombia. Se in Francia Nairo Quintano si è assicurato la sua seconda Route du Sud, a Davos Miguel Ángel López dell’Astana ha vinto il Giro di Svizzera e il suo connazionale della IAM Jarlinson Pantano ha trionfato nell’ultima frazione davanti a Sergei Chernetckii del Team Katusha e a Ion Izagirre della Movistar. Sul podio finale dietro a López troviamo proprio Izagirre e Warren Barguil del Team Giant-Alpecin.

La tappa odierna è stata modificata a causa delle cattive condizioni meteo e in particolare delle forti nevicate che si sono verificate oltre i 2mila metri di quota. Gli organizzatori questa mattina hanno deciso di eliminare la salita dell’Albulapass e di ridurre dunque il percorso a soli 57 km rispetto ai 117,7 inizialmente previsti. La partenza è avvenuta da La Punt Chamues, mentre tutta la seconda parte della frazione è rimasta intatta con arrivo a Davos dopo la scalata del Flüelapass, gran premio della montagna Hors Catégorie. Dopo la partenza, avvenuta alle ore 16, c’è stato un primo attacco di Colin Stüssi del Team Roth ripreso praticamente subito. Dopo qualche chilometro si è formata la fuga animata da Jasper Stuyven della Trek-Segafredo, Magnus Cort Nielsen dell’Orica GreenEdge e Ariel Maximiliano Richeze dell’Etixx-Quick Step, leader della classifica a punti.

All’inizio della salita del Flüelapass Stuyven ha allungato rispetto agli altri battistrada,, mentre il gruppo Maglia Gialla aveva un ritardo di soli 30”. Richeze è stato il primo a rialzarsi e a farsi riprendere dal plotone, poi è toccato anche a Cort Nielsen, mentre dal gruppo ha attaccato David Lopez del Team Sky che si è riportato su Stuyven e poi lo ha staccato, mentre il belga è stato ripreso dal gruppo.

Ai -25 km Tejay Van Garderen e Darwin Atapuma della BMC hanno attaccato e li hanno inseguiti inizialmente solo in cinque, Matvey Mamykin del Team Katusha, Winner Anacona e Jorge Arcas della Movistar e Jan Polanc della Lampre-Merida, ma Michele Scarponi ha chiuso il buco creato dai sei e si è formato un gruppo dei migliori che ha raggiunto e superato David Lopez.

Ai -22 km in testa si è formato un quartetto composto da Hubert Dupont dell’AG2R La Mondiale, Simon Spilak del Team Katusha, la Maglia Gialla Miguel Angel Lopez cui si è aggiunto Alberto Rui Costa della Lampre-Merida. Dupont non è riuscito a tenere il ritmo degli altri, mentre sui battistrada si è portato Jarlinson Pantano della IAM. Da dietro è rientrato in testa anche Van Garderen che poi ha subito attaccato e Lopez ha provato a reagire.

Ai -20,5 km Lopez ha chiesto il cambio a Van Garderen e Pantano rimasti in testa con lui con una manciata di secondi sul resto del gruppetto dei migliori, ma solo dopo un po’ l’americano glielo ha concesso, mentre Pantano è apparso in affanno.

Ai -19 km Lopez ha allungato rispetto a Van Garderen e Pantano, quest’ultimo sempre più in difficoltà. Il colombiano dell’Astana ha guadagnato una ventina di secondi sui primi due inseguitori e circa mezzo minuto sul resto del gruppo dei migliori. Lopez ha così transitato per primo al gpm, mentre Van Garderen e Pantano sono stati raggiunti da Sergei Chernetckii del Team Katusha, Ion Izagirre della Movistar e Victor De La Parte della CCC Sprandi Polkowice.

In discesa il vantaggio di Lopez è drasticamente diminuito e ai -9 km è stato ripreso da Van Garderen, Pantano, Chernetckii e Izagirre. Questi cinque si sono dati battaglia fino all’ultimo cercando anche di tenere a distanza Rui Costa e Barguil in netto recupero. Lopez si è disinteressato della volata, mentre Chernetckii e Pantano sono stati protagonisti di un testa a testa finale e il colombiano è riuscito a spuntarla.

Richeze trionfa nella classifica a punti davanti a Peter Sagan della Tinkoff e Miguel Ángel López, mentre Antwan Tolhoek della Roompot Oranje-Peloton è il miglior scalatore davanti al suo compagno Pieter Weening e a Darwin Atapuma della BMC. Martin Elmiger della IAM è il migliore degli svizzeri.

Questi i primi dieci oggi al traguardo dell’ultima tappa:
1) Jarlinson Pantano (IAM) 1h 23’ 55”
2) Sergei Chernetckii (Team Katusha) s.t.
3) Ion Izagirre (Movistar) s.t.
4) Miguel Ángel López (Astana) s.t.
5) Tejay Van Garderen (BMC) s.t.
6) Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) s.t.
7) Warren Barguil (Team Giant-Alpecin) s.t.
8) Andrew Talansky (Cannondale) +56”
9) Victor De La Parte (CCC Sprandi Polkowice) +56”
10) Joe Dombrowski (Cannondale) +56”

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale finale:
1) Miguel Ángel López (Astana) 30h 55’ 58”
2) Ion Izagirre (Movistar) +12”
3) Warren Barguil (Team Giant-Alpecin) +18”
4) Jarlinson Pantano (IAM) +42”
5) Andrew Talansky (Cannondale) +1’ 04”
6) Tejay Van Garderen (BMC) +1’ 26”
7) Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) +2’ 09”
8) Wilco Kelderman (Team LottoNL-Jumbo) +2’ 38”
9) Simon Spilak (Team Katusha) +2’ 48”
10) Sergei Chernetckii (Team Katusha) +2’ 48”

Foto © Tour de Suisse

I Video di Blogo