Expo 2015: per Formigoni servono tre miliardi di euro entro Natale

Una somma cospicua, che dite? Tre miliardi di euro entro Natale, questa la cifra richiesta da Roberto Formigoni – dopo essersi congratulato con la Digos per l’arresto dei due presunti terroristi su cui vi avevamo ragguagliato poco fa – affinchè l’Expo 2015, e la società per azioni ad esso collegata di cui vi avevamo parlato

Una somma cospicua, che dite? Tre miliardi di euro entro Natale, questa la cifra richiesta da Roberto Formigoni – dopo essersi congratulato con la Digos per l’arresto dei due presunti terroristi su cui vi avevamo ragguagliato poco fa – affinchè l’Expo 2015, e la società per azioni ad esso collegata di cui vi avevamo parlato ieri, possano partire.

La caccia è aperta: quasi tre miliardi di euro da trovare assolutamente entro fine anno. Altrimenti l’Expo rischia grosso. È il messaggio che Letizia Moratti e Roberto Formigoni lanciano da Parigi, dove davanti all’assemblea del Bureau international des expositions cercano di rassicurare i delegati del Bie riuniti in assemblea generale

Speriamo. Visti i tempi che ci sono voluti finora per arrivare al decreto – sette mesi! – e per costituire la società di gestione – otto mesi! Quasi una gestazione completa – la vedo grigia. Voi che dite?

I Video di Blogo