Alberto stasi assolto: e i due anni di fango?

E così Alberto Stasi è stato assolto: il processo di primo grado, si è concluso con la sua assoluzione, perché, secondo l’articolo 530, ci si deve pronunciare in tal modo quando «manca, è insufficiente o è contraddittoria la prova». E quindi? Quindi Stasi tira un sospiro di sollievo dopo due anni di inferno, in cui


E così Alberto Stasi è stato assolto: il processo di primo grado, si è concluso con la sua assoluzione, perché, secondo l’articolo 530, ci si deve pronunciare in tal modo quando «manca, è insufficiente o è contraddittoria la prova». E quindi? Quindi Stasi tira un sospiro di sollievo dopo due anni di inferno, in cui certa stampa non è stata affatto tenera con lui.

Per ricordare un titolo, “Alberto colleziona bimbi stuprati“, che indirettamente suggeriva l’associazione Stasi = mostro pedofilo e sicuramente colpevole. Ma la realtà, è che per due anni non ci si è capito nulla. La sentenza di ieri, stabilisce si, l’assoluzione di Stasi, ma perché mancano prove certe. Non equivale a dire: no, siamo assolutamente certi che non sia stato lui a uccidere Chiara Poggi.

Può anche voler dire solamente che non si sono trovate le prove: magari ci sono, magari no, magari sono contraddittorie. Intanto, per farvi un’idea, potete rileggere il nostro speciale sul Delitto di Garlasco, sei puntate in cui si sviscera ogni possibilità su un omicidio che ha tenuto col fiato sospeso l’Italia.

Ultime notizie su Delitto di Garlasco

Tutto su Delitto di Garlasco →