Risultati Europei 2016 | Oggi 14 giugno | Portogallo-Islanda 1-1; Austria-Ungheria 0-2

Risultati Euro Francia 2016, oggi, martedì 14 giugno. Portogallo-Islanda 1-1; Austria-Ungheria 0-2.

Europei 2016. I risultati delle partite disputate oggi, martedì 14 giugno

Portogallo-Islanda 1-1: Un’orgogliosa Islanda ferma sull’1-1 il Portogallo. Vantaggio lusitano con Nani al 31′. Pari islandese con Bjarnason al 50′.

La prima azione da gol è dell’Islanda al 2’ con il capitano Sigurdsson che conclude troppo centralmente su Rui Patricio appena entrato in area di rigore. Il Portogallo stenta a entrare in partita. Lo fa al 20’ con il colpo di testa ravvicinato di Nani respinto d’istinto dal portiere islandese. Una mancata deviazione di Cristiano Ronaldo da posizione favorevole è il preludio al gol del vantaggio dei lusitani. Lo segna proprio Nani al 31’. Ben servito da Andre Gomes, l’attaccante del Fenerbahce deve solo spingere in rete l’assist del compagno.

L’ulteriore svolta della partita al 50’ con il pareggio dell’Islanda siglato da Bjarnason. L’ex pescarese, lasciato incredibilmente solo in area, insacca al volo ed entra nella storia calcistica del suo paese per il primo gol in assoluto in una competizione internazionale. Il forcing portoghese produce una spizzata di testa di Nani che lambisce il palo e altre pericoli. L’Islanda però resiste e centra il risultato più sorprendente della prima giornata.

Portogallo: Rui Patricio; Vieirinha, Pepe, R. Carvalho, Guerreiro; Joao Mario (Quaresma), Danilo, A. Gomes (Eder); Moutinho (Sanches); Nani, C. Ronaldo.

Islanda : Halldorsson; Saevarsson, Arnason, R. Sigurdsson, Skulason; Gudmundsson (T. Bjarnason), G. Sigurdsson, Gunnarsson, Bjarnason; Bodvarsson, Sightorsson (Finnbogason).

Arbitro: Çakır (Tur)
Marcatori: 30′ pt Nani (P), 5′ st Bjarnason (I)
Ammoniti: 9′ st Bjarnason (I), 45′ st Finnbogason.

Austria – Ungheria 0-2

ungheria-austria-europei-2016.jpg

Austria-Ungheria 0-2: A sorpresa, a Bordeaux, i magiari si impongono sull’Austria con un meritato 0-2, siglato dalle reti, nella ripresa di Szalai e Stieber.

Primo tempo vivace. L’Austria si rende subito pericoloso dopo appena 30 secondi con il palo di Alaba con un tiro da fuori area. Scampato il pericolo, l’Ungheria si assesta, controlla il possesso palla ma si rende poco pericolosa nella metà campo avversaria. Non stupisce, quindi, che sia dell’Austria un’ulteriore azione da gol, al 35’, con la conclusione di Januzovic dai 20 metri ben parata in tuffo da Kiraly. Nel finale, l’ultimo brivido lo regala l’Ungheria con Dzudzsak che strozza troppo il tiro da posizione defilata in area di rigore solo davanti a Almer.

Al 61’ il gol del vantaggio ungherese. Lo segna Szalai. Goffo e impalpabile per tutta la partita, l’attaccante concretizza l’assist filtrante di Kleinheisler e supera Almer in scivolata. Incontenibile l’esultanza di Szalai che non ha mai segnato nell’ultima stagione in Bundesliga disputata con le maglie di Hoffenheim e Hannover. L’Austria subisce il colpo e rimane anche in dieci per l’espulsione, per doppia ammonizione, del difensore Dragovic. Inesistente la reazione degli uomini di Koller. L’Ungheria controlla e all’86’ raddoppia con Stieber. Il centrocampista dell’Amburgo si infila nelle praterie difensive avversarie e trafigge Almer con un morbido pallonetto che scatena ulteriormente la curva magiara e affossa un’Austria deludente e discontinua.

AUSTRIA : Almer; Klein, Dragovic, Hinteregger, Fuchs; Alaba, Baumgartlinger; Harnik (Schopf), Junuzovic (Sabitzer), Arnautovic; Janko (Okotie).

UNGHERIA (4-1-4-1): Kiraly; Fiola, Guzmics, Lang, Kadar; Gera; Nemeth (Pinter), Nagy, Kleinheisler (Stieber), Dzsudzsak; Szalai (Priskin).

ARBITRO: Turpin (Fra).
MARCATORI: Szalai al 17′, Stieber al 42′ s.t.
NOTE: Espulso Dragovic (A) per somma di ammonizioni. Ammonito Nemeth (U).

Europei 2016 | Programma partite martedì 14 giugno

Europei Francia 2016. Oggi, martedì 14 giugno, due i match in programma, entrambi del Girone F. Alle 18, Austria-Ungheria. In serata, alle 21, il Portogallo debutta con l’Islanda, nella sfida che concluderà la prima giornata della fase a gruppi.

Austria – Ungheria: Derby danubiano a Bordeuax tra due squadre che mancano da anni da una competizione internazionale, l’Austria dai Mondiali 1998, l’Ungheria da quelli dal 1986. Gli austriaci sono arrivati imbattuti, forti di una nuova generazione calcistica destinata a durare negli anni. In difesa c’è Dragovic della Dinamo Kiev insieme al capitano Fuchs, protagonista della vittoria in Premier League con il Leicester. A centrocampo, la stella Alaba si affianca a Januzovic del Werder Brema. In attacco, l’istrionico e incostante Arnautovic fa coppia con l’esperto Janko.

Pochi i volti noti nell’Ungheria. In porta dovrebbe esserci ancora Gabor Kiraly che, negli anni, non ha mai smesso di indossare i pantaloni della tuta. In avanti, il c.t. Storck si affida a Dzsudzsak, ex Psv, e ad Adam Szalai, esperto attaccante girovago in Bundesliga con Mainz, Schalke e Hoffenheim.

cristiano-ronaldo-europei-2016.jpg

Portogallo – Islanda: Per l’Islanda è il debutto assoluto in una manifestazione continentale. Per il Portogallo, l’ennesimo inizio di un Europeo nel quale i lusitani si candidano, di nuovo, al ruolo di potenziale outsider. Le ambizioni dei portoghesi passano, ovviamente, dai piedi di Cristiano Ronaldo. Fresco campione d’Europa con il Real Madrid, CR7 guida una squadra nella quale i soliti noti (Pepe, Nani, Moutinho, Bruno Alves) si affiancano alle nuove leve come André Gomes e Sanches, nuovo acquisto del Bayern Monaco.

L’Islanda ha poco da perdere. Non manca tuttavia la voglia di stupire agli uomini di Lagerback, dotati di un discreto potenziale offensivo con Sightorsson, ex Ajax, e Finnbogason, ex Real Sociedad e Olympiakos ora all’Augusburg. A centrocampo, l’esperto capitano Sigurdsson con Halfredsson e Bjarnason. In panchina il veterano Gudjohnsen