Guspini: ucciso il barista Massimiliano Usai, arrestato l’ex socio Gianni Dessì

Tra la vittima e l’ex socio c’erano continue liti per questioni di soldi e relative alla trascorsa gestione dell’esercizio, quando entrambi lo gestivano, fino a 4 anni fa.

di remar

È morto dopo un accoltellamento Massimiliano Usai, 44enne gestore del bar “Ger” di Guspini, nel Medio Campidano, ucciso ieri sera nel suo locale, in pieno centro. A togliergli la vita sarebbe stato il suo ex socio in affari anni, Gianni Dessì, 51 anni, come testimoniato dai clienti dello stesso bar, i primi a bloccare il presunto assassino.

Poco dopo in via Giacomo Matteotti si sono precipitati i carabinieri di Guspini e i colleghi della compagnia di Villacidro. Dessì si trova in stato di arresto, i carabinieri dopo l’omicidio lo hanno portato in caserma per interrogarlo. Da quel che trapela tra la vittima e l’ex socio c’erano continue liti per questioni economiche e relative alla trascorsa gestione dell’esercizio, quando entrambi lo gestivano, cioè fino a 4 anni fa.

Dessì pare non fosse rimasto contento della liquidazione ricevuta. Dopo la rottura il 51enne aveva aperto una pizzeria poco distante dal bar di Usai ma tra i due gli scontri e i litigi legati alla passata gestione del bar sarebbero proseguiti, fino al tragico epilogo di ieri. Dessì anni fa era stato condannato per lesioni gravi dopo essersi reso protagonista di un’aggressione a colpi di cacciavite ai danni di un parente di Usai, che rimase gravemente ferito.

Foto © TMNews