Risultati Europei 2016 | Lunedì 13 giugno | Italia-Belgio 2-0; Spagna-R.Ceca 1-0

Risultati Euro Francia 2016, oggi lunedì 13 giugno. Italia-Belgio 2-0 (Giaccherini, Pellè). Spagna-Repubblica Ceca 1-0 (Pique), Irlanda-Svezia 1-1.

Europei 2016. I risultati delle partite disputate oggi, lunedì 13 giugno

Italia-Belgio 2-0: Bella, inaspettata e convincente vittoria dell’Italia che si impone 2-0 sul Belgio con gol di Giaccherini al 32′ e di Pellè nel recupero. Troppo discontinuo il Belgio che ci ha fatto soffrire solo nel finale sfiorando il gol del pari con Origi. Altra grande occasione per i belgi, il contropiede fallito da Lukaku a inizio ripresa. L’Italia poteva raddoppiare subito dopo il vantaggio di Giaccherini con Pellè che si è divorato un facile gol di testa a porta quasi vuota. Nella ripresa, miracolo di Courtois sullo stesso attaccante del Southampton e altra grande parata dell’estremo difensore belga su Immobile. Bene così. Tre punti meritati e siamo in testa al girone con Svezia e Irlanda che inseguono con 1 punto per parte.

Irlanda – Svezia 1-1

svezia-irlanda-europei-2016.jpg

Irlanda-Svezia 1-1: Finisce con un pareggio il primo match del Girone E. Vantaggio irlandese con Hoolahan al 49′. Pari scandinavo con un’autorete di Clarke al 70′.

Primo tempo con l’Irlanda che si lascia preferire agli avversari. Al 28’ l’occasione migliore degli irlandesi con la traversa colta con un tiro dalla distanza di Hendrick che impatta sulla traversa. Svezia inesistente in attacco con Ibrahimovic poco partecipe e mal servito dai compagni.

In avvio di secondo tempo il vantaggio, meritato, dell’Irlanda con Hoolahan. Davvero apprezzabile il gesto tecnico del centrocampista dell’Eire che trafigge Isaksson con un tiro al volo di controbalzo su cross di Coleman. Il gol irlandese sveglia la Svezia. Al 49’ Forsberg non riesce a ribattere in rete una respinta di Randholf su deviazione del compagno di squadra Clarke. Al 59’, la torsione di Ibrahimovic termina di poco a lato. Al 70’ il pari scandinavo. Guidetti, appena entrato, serve Ibra di tacco, cross potente e Clarke insacca di testa nella propria porta. Non poteva far altro il difensore irlandese, il cui intervento ha evitato il sicuro gol di Larsson. Negli ultimi venti minuti, tanto agonismo ma poche occasioni per un pari sostanzialmente giusto.

Irlanda : Randolph; Coleman, O’Shea, Clark; Brady, Hendrick, Whelan, McCarthy (84’ McGeady); Hoolahan (78’ Keane); Long, Walters (63’ McClean).

Svezia : Isaksson, Lustig (Johansson), Nilsson-Lindelöf, Granqvist, Olsson; Larsson, Lewicki (Ekdal), Kallstrom, Forsberg; Berg (Guidetti), Ibrahimovic.

Marcatori: 47’ Hoolhan (I), 71’ aut. Clark (I)
Arbitro: Milorad Mazic (SER)
Ammoniti: McCarthy (I), Nilsson-Lindelöf (S), Whelan (I)

Spagna – Repubblica Ceca 1-0

europei-2016-spagna-repubblica-ceca.jpg

Spagna-Repubblica Ceca 1-0: I campioni in carica battono di misura i cechi con gol di Pique all’86’ e conquistano la vetta del Girone D con la Croazia.

Primo tempo nettamente appannaggio della Spagna. Raramente la Repubblica Ceca supera la propria metà campo. Due occasioni per Morata. Al 15’ l’attaccante della Juve anticipa Sivok in scivolata all’interno dell’area piccola ma conclude troppo centralmente su Cech. Al 28’, è attento il portiere ceco a respingere in angolo il tiro in diagonale del rivale. Al 39’ altra bella parata di Cech su una conclusione di Jordi Alba in area di rigore. Solo nel finale, la R.Ceca si iscrive alla partita con un tiro di Necid che De Gea non ha problemi a bloccare.

La seconda frazione si apre con un ulteriore pericolo per la R.Ceca con Hubnik che devia sul palo un cross di Morata a Cech battuto. La Spagna non concretizza e i cechi provano ad approfittarne. Lo stesso Hubnik devia troppo lentamente in scivolata da posizione favorevole un cross di Rosicky su punizione poi, al 64’, la grande occasione con Fabregas che anticipa sulla linea Kaderabek il quale doveva solo spingere in rete, a porta sguarnita, l’assist di testa di Gebre Selassie.

Scampato il pericolo, riprende il forcing iberico che viene premiato all’86 dal gol di testa di Pique imbeccato mirabilmente da Iniesta, il migliore dei suoi. Non si arrendono i cechi. Al 91’ Darida ha la palla del pareggio ma De Gea respinge e libera l’esultanza dei tifosi iberici presenti a Tolosa.

SPAGNA: De Gea; Juanfran, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Iniesta, Busquets, Fabregas (Thiago Alcantara); David Silva, Morata (Aduriz), Nolito (Pedro)
REPUBBLICA CECA: Cech; Kaderabek, Hubnik, Sivok, Limbersky; Plasil, Darida; Krejci, Rosicky (Pavelka), Gebre Selassie (Sural); Necid (Lafata).

MARCATORE: 42′ st Piqué.
ARBITRO: Marciniak (Polonia).
AMMONITI: Limbersky (RC)

Europei Calcio 2016 | Programma lunedì 13 giugno

Europei Francia 2016. Oggi, lunedì 12 giugno, tre i match in programma. Alle 15, il debutto dei campioni in carica della Spagna contro la Repubblica Ceca nel girone D. Alle 18, si alza il sipario nel gruppo E con Irlanda-Svezia, sfida che precede quella tra Italia e Belgio alle 21.

Spagna – Repubblica Ceca: Sono stati giorni agitati nel ritiro iberico con le voci sul presunto coinvolgimento di De Gea in una vicenda a sfondo sessuale dai risvolti ancora da definire. Oggi, finalmente, la parola passa al campo. Del Bosque si affida al solito centrocampo con Busquets, Iniesta e Fabregas. In avanti Morata tra Pedro e David Silva. Presenti nella Repubblica Ceca gli inossidabili Cech e Rosicky a fare da chioccia ai nuovi talenti, su tutti Darida e Dockal. In attacco potrebbe trovare spazio, Necid, ex centravanti del Cska Mosca. Al comando del girone D c’è la Croazia, vincitrice ieri sulla Turchia, 1-0, con gol di Modric.

Irlanda – Svezia : Ibrahimovic guida gli scandinavi contro un’Irlanda che non annovera calciatori di classe ma che rappresenta, sempre, un avversario ostico da affrontare e battere. Oltre a Ibra, la Svezia ripropone ancora l’intelaiatura di squadra classica con Isaksson in porta, Granqvist al centro della difesa e Kallstrom in mediana con Ekdal. Nell’Irlanda attenzione al duo di attacco Long-Walters, protagonisti di una buona stagione in Premier con Southampton e Stoke.

Italia – Belgio : Le due squadre si ritrovano contro all’Europeo sedici anni dopo il confronto dell’edizione 2000 vinto dagli azzurri a Bruxelles 2-0. Rispetto ad allora i rapporti di forza sono nettamente cambiati. Il Belgio primeggia nel ranking Uefa forte di una generazione di talenti irripetibile (Courtois, Vermaelen, Nainggolan, Mertens, Hazard, Lukaku solo per citarne alcuni). L’Italia, invece, si presenta all’Europeo a fari spenti e con assenti illustri (Marchisio e Verratti). Battere questo Belgio sarebbe davvero un’impresa. Dovessimo riuscirci, la qualificazione agli ottavi sarebbe quasi certa.

europei-2016-ibrahimovic.jpg