Clan dei Casalesi: sei arresti per racket, in manette anche l’attore di Gomorra Giovanni Venosa

Ieri si è concluso il processo Spartacus ma, come più volte ribadito dallo scrittore Roberto Saviano, il clan dei Casalesi è tutt’altro che sconfitto. Sei persone, ritenute affiliate proprio al clan dei Casalesi, sono state arrestate tra Caserta, Napoli e Modena con l’accusa di estorsione continuata in concorso aggravata dal metodo mafioso.Chiedevano il pizzo e

Ieri si è concluso il processo Spartacus ma, come più volte ribadito dallo scrittore Roberto Saviano, il clan dei Casalesi è tutt’altro che sconfitto.

Sei persone, ritenute affiliate proprio al clan dei Casalesi, sono state arrestate tra Caserta, Napoli e Modena con l’accusa di estorsione continuata in concorso aggravata dal metodo mafioso.

Chiedevano il pizzo e lo facevano prevalentemente nei periodi natalizi e pasquali, quando si suppone che i guadagni dei negozianti siano maggiori rispetto agli altri periodi.

Tra i sei arrestati c’è anche Giovanni Venosa – nipote del boss Luigi “Cocchiere” Venosa condannato all’ergastolo proprio nel processo Spartacus ed ora in attesa della sentenza della Cassazione – che era già finito in manette lo scorso 3 gennaio con le stesse accuse.

Venosa, che ha recitato anche nel film Gomorra nel ruolo di un boss, era considerato un pericolo sociale e per questo era stato rinchiuso nella casa di lavoro a San Giuliano Saliceta, in provincia di Modena. Ed è proprio da lì che, approfittando di permessi, continuava la sua attività di minaccia, anche attraverso l’uso di armi.

Via | Caserta C’è

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →