65 arresti nel corso dell’operazione Triade: sgominata banda di trafficanti di droga che agiva con il nulla osta di Cosa Nostra

Si è conclusa con l’operazione Triade un’inchiesta sul traffico di droga gestito da un’organizzazione che agiva col benestare di Cosa Nostra, a cui andavano parte dei proventi.Un blitz iniziato all’alba che ha visto coinvolti circa 400 carabinieri del Comando provinciale di Palermo ed ha portato all’arresto di 65 persone, mentre due al momento risultano latitanti.


Si è conclusa con l’operazione Triade un’inchiesta sul traffico di droga gestito da un’organizzazione che agiva col benestare di Cosa Nostra, a cui andavano parte dei proventi.

Un blitz iniziato all’alba che ha visto coinvolti circa 400 carabinieri del Comando provinciale di Palermo ed ha portato all’arresto di 65 persone, mentre due al momento risultano latitanti.

Si tratta di tre bande criminali – da qui il nome dell’operazione – operative prevalentemente nella provincia di Palermo, ma che avevano collegamenti anche con bande camorriste e gruppi di narcos spagnoli.

Non solo: le tre bande non si limitavano al traffico e allo spaccio di stupefacenti, ma si occupavano anche di fare rapine a commercianti locali e istituti di credito in modo da ottenere fondi per l’acquisto delle sostanze.

Parte dei proventi andavano a Cosa Nostra, sotto forma di sostegno economico alle famiglie di boss ed affiliati che venivano arrestati.

Questi i nomi delle persone arrestate:

Vittorio Sancilles, 55 anni,
Paolo Sancilles, 26 anni,
Gregorio Sancilles, 28 anni,
Antonino Sancilles, 22 anni,
Giuseppa Romano, 50 anni,
Vincenzo Militello, 28 anni,
Antonino Mannino, 28 anni,
Vincenzo Inzerra, 42 anni,
Salvatore Esposto Bertino, 43 anni,
Francesca Caviglia, 40 anni,
Fabio Cucina, 38 anni,
Giovanni Ingrassia, 53 anni,
Giovanni Montaperto, 34 anni,
Domenico Di Paola, 30 anni,
Antonino Palazzoto, 22 anni,
Placido Citarelli, 20 anni,
Domenico Parrino, 25 anni,
Cristian Mannino, 19 anni,
Pietro Tumminia, 22 anni,
Ignazio Miceli, 29 anni,
V. R., 19 anni ma ninore all’epoca dei fatti,
Matteo Rizzuto, 21 anni,
Benedetto Albanese, 31 anni,
Enrico Gambino, 22 anni,
Nunzio Terranova, 24 anni,
Salvatore Di Fatta, 28 anni,
S. L. M., 17 anni,
Luigi Li Vigni, 32 anni.
Rita Ioppolo, 36 anni,
Demis Silvia, 35 anni,
Pietro D’Angelo, 32 anni,
Paolo Bisconti, 33 anni,
Riccardo Prestigiacomo, 33 anni,
Vincenzo Scardina, 34 anni,
Gianluca La Rosa, 21 anni,
Michele Drago, 25 anni,
Giuseppe Gargano, 32 anni,
Danilo Lo Nardo, 20 anni,
Salvatore Zarcone, 44 anni,
Domenico Targia, 32 anni,
Olga Di Maria, 32 anni,
Giusi Stella, 21 anni,
Franco Barranco, 39 anni,
Giuseppe Amato, 39 anni,
Domenico Frangiamore, 21 anni,
Danilo Cascio, 32 anni,
Giuseppe Scardina, 34 anni,
Loriano Corsello, 45 anni,
Salvatore D’Alia, 31 anni,
Mariano Flauto, 34 anni,
Agostino Tiscrede, 35 anni,
Vincenzo Stracuzzi, 43 anni,
Vincenzo Ribuffa, 22 anni,
Giovanni Mazzola, 30 anni,
Mario Pennino, 34 anni,
Enrico Ganci, 33 anni,
Selma Ben Zammel, 23 anni,
Antonino Lauricella, 30 anni,
Gaetano Russo, 32 anni,
Filippo Paganello, 54 anni,
Luigi D’Anna, 31 anni,
Gaetano Baglione, 30 anni,
Vincenza Di Maio, 29 anni,
Vincenzo Roccasecca, 22 anni,
Leandro Mendola, 38 anni,
Gianfranco Cacioppo, 38 anni,
Gaetano Ganci, 41 anni,
Angelo Casano, 51 anni

Via | La Repubblica Di Palermo

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →