Giro del Delfinato 2016, terza tappa: un grande Aru anticipa il gruppo | Video

Con un grande sforzo nel finale il corridore sardo è riuscito ad arrivare da solo al traguardo.

Fabio Aru ha vinto, un po’ a sorpresa, la terza tappa del Giro del Delfinato 2016 da Boën-sur-Lignon a Tournon, una frazione che poteva anche concludersi con una volata e invece il corridore sardo dell’Astana è riuscito ad anticipare il gruppo e a tagliare il traguardo da solo con 2” di vantaggio sui velocisti, regolati da Alexander Kristoff del Team Katusha davanti a Niccolò Bonifazio della Trek-Segafredo. Leader della classifica generale resta Alberto Contador della Tinkoff con 6” di vantaggio su Richie Porte della BMC e 3” su Chris Froome del Team Sky.

Tornando alla tappa odierna, subito dopo il via è partita una fuga di tre uomini, Niki Terpstra dell’Etixx-QuickStep, Thomas De Gendt della Lotto-Soudal e Dimitri Claeys della Wanty-Groupe Gobert, poi raggiunti da Perrig Quemeneur della Direct Energie e Cyril Gautier dell’AG2R La Mondiale. Questi ultimi due hanno perso contato per un po’, poi si sono riavvicinati. Il loro vantaggio massimo è stato di 6’, ma quando in testa al gruppo si è messa

Quando il gruppo si è portato a un minuto e mezzo di distacco, Terpstra ha attaccato da solo, ma è stato poi raggiunto da De Gendt, Claeys e Gautier, mentre Quemeneur si è arreso e si è fatto riprendere dal gruppo per primo. Ai -26 km sono stati ripresi tutti i fuggitivi ed è cominciata una serie di attacchi che ha avuto tra i protagonisti anche Mikel Landa del Team Sky e Tony Martin dell’Etixx-Quick Step.

A 17 km dal termine c’era un gruppo di nove uomini al comando e tra di loro anche Fabio Aru che poi ai -14 km ha attaccato da solo e non si è più fermato. Nonostante il gruppo sia andato a gran velocità nel finale, il sardo è riuscito a tenerlo a distanza, si è voltato spesso negli ultimi metri per capire se poteva farcela oppure no e alla fine ha tagliato il traguardo con 2” di vantaggio davanti a tutti gli altri.

Nella top-ten di oggi, oltre ad Aru e Bonifazio, troviamo anche Enrico Gasparotto della Wanty Groupe-Gobert che si è piazzato al nono posto.

Questi i primi dieci al traguardo di Tournon-sur-Rhône:
1) Fabio Aru (Astana) 4h 19’ 54”
2) Alexander Kristoff (Team Katusha) +2”
3) Niccolò Bonifazio (Trek-Segafredo) +2”
4) Julian Alaphilippe (Etixx-Quick Step) +2”
5) Edvald Boasson Hagen (Dimension Data) +2”
6) Sam Bennett (Bora-Argon 18) +2”
7) Daryl Impey (Orica GreenEdge) +2”
8) Nacer Bouhanni (Cofidis, Solutions Crédits) +2”
9) Enrico Gasparotto (Wanty-Groupe Gobert) +2”
10) Arthur Vichot (FDJ) +2”

E queste le prime posizioni della classifica generale:
1) Alberto Contador (Tinkoff) 13h 13’ 10”
2) Richie Porte (BMC) +6”
3) Chris Froome (Team Sky) +13”
4) Daniel Martin (Etixx-Quick Step) +21”
5) Julian Alaphilippe (Etixx-Quick Step) +24”
6) Jesús Herrada (Movistar) +27”
7) Adam Yates (Orica GreenEdge) +31”
8) Diego Rosa (Astana) +37”
9) Daniel Navarro (Cofidis, Solutions Crédits) +43”
10) Bauke Mollema (Trek-Segafredo) +48”

Foto © ASO/A.Broadway