Sequestrati 105 milioni di prodotti contraffatti nel 2012

Dai controlli della Gdf inoltre il 10% degli esercizi commerciali è risultato irregolare, specie nel settore del commercio di prodotti alimentari e nella ristorazione.

di remar

Nel 2012 la Guardia di finanza ha sequestrato più di 105 milioni di prodotti contraffatti e ha denunciato 10.572 falsari, 248 di loro sono ritenuti affiliati ad organizzazioni criminali dedite appunto alla contraffazione.

Un danno per l’economia e per il made in Italy. Ma anche per l’Erario e per i consumatori che rischiano di acquistare prodotti pericolosi. Dai controlli della Gdf inoltre il 10% degli esercizi commerciali è risultato irregolare, specie nel settore del commercio al dettaglio di prodotti alimentari e nella ristorazione.

Nei 13.000 interventi effettuati durante l’anno la Gdf ha dovuto chiudere in in media tre fabbriche o depositi illegali per un controvalore stimato in 2 milioni di euro. Il volume della merce contraffatta nel 2012 è sostanzialmente pari a quello dell’anno precedente.


Secondo il rapporto della Gdf Veneto, Lombardia, Toscana, Marche, Campania e Lazio – dove si concentrano i principali poli manifatturieri d’Italia:

sono le aree preferite dalle imprese del falso per produrre ed assemblare merci di scarsa qualità, importate senza brand per eludere i controlli doganali e poi “confezionate” con i marchi contraffatti.

Tra i beni e i prodotti contraffatti c’è di tutto: abbigliamento e moda (oltre 23 milioni di pezzi “tarocco”), articoli per la scuola, per la casa, cosmetici, farmaci, pezzi di ricambio (oltre 38 milioni). Si registra inoltre un’impennata di giocattoli (più di 21,5 milioni) e prodotti hi-tech ( 22 milioni circa) contraffatti con valori doppi rispetto al 2011. Neanche i biglietti del treno sono esenti.

Ma a cambiare, sottolineano le Fiamme Gialle, è soprattutto il modo di piazzare la merce contraffatta. Al bando i vecchi containers, si utilizza sempre di più il web. Non sono pochi i negozi online scoperti a truffare i consumatori con prezzi vantaggiosi su prodotti che si sostiene provengano da mercati paralleli. Nel 2012 la Gdf ha bloccato 45 siti internet illeciti questo tipo, alcuni dei quali commercializzavano anche farmaci contraffatti.

Importanti operazioni sono state messe a segno anche contro il gioco illegale: Dalle oltre 9mila verifiche un terzo delle attività è risultato non in regola, 2.683 i videogiochi sequestrati, più di 1.500 i punti di raccolta di scommesse clandestine chiusi.

Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati