Enrico Becuzzi, il tennista giramondo alla conquista di un punto Atp

Tennis. La storia di Enrico Becuzzi, il 43enne toscano che gira il mondo per conquistare un punto Atp

Per gli appassionati di tennis è quasi un mito e la sua storia sportiva è quasi da film. Di chi stiamo parlando ?. Di Federer ?. Di Nadal o Djokovic ?. No, di Enrico Becuzzi, tennista toscano di 42 anni, che nella vita si è posto l’obiettivo di realizzare un sogno, quello di conquistare un punto Atp ed entrare così nel ranking dei professionisti.

Enrico ci sta provando in tutti i modi ma finora non ci è riuscito. Non è bastato girare il mondo a proprie spese. Dovunque è andato per partecipare a un torneo, Becuzzi è stato sempre eliminato all’esordio, rimediando ben 208 ko. Uno score, il suo, non certo invidiabile che ha attratto anche inevitabili ironie di chi si diverte a commentare, in rete, ogni sua sconfitta.

Intervistato da Repubblica, Becuzzi ribadisce il suo proposito

Ho la voglia di sempre, anche se mi rendo conto che giocare contro ragazzini che sparano a 200 all’ora è sempre più complicato. Certo, potevo fare meglio, ma è andata così, pazienza.

Eppure una piccola soddisfazione il globetrotter toscano l’ha avuta quando, un anno fa, nel febbraio 2015, con l’amico e conterraneo Lorenzi si è imposto in un incontro di doppio nel Challenger colombiano di Bucaramanga. Poteva anche ritirarsi Enrico dopo quell’exploit ma non ha voluto e il motivo della sua scelta è in queste parole

Tanto lo so che prima o poi quel punto lo conquisterò. Allora sì che potrò anche smettere