Alberto Contador rimanda il ritiro: “Corro nel 2017 e forse oltre”

Il campione spagnolo sta valutando diverse offerte per le prossime stagioni.

Nonostante fino a qualche mese fa sembrava ormai certo che Alberto Contador si sarebbe ritirato alla fine del 2016, il campione spagnolo ora fa marcia indietro e ammette chiaramente di aver cambiato idea. Grazie ai risultati positivi ottenuti, in particolare la vittoria al Giro dei Paesi Baschi, e alla voglia di vincere ancora il Tour de France, il Pistolero vuole continuare e per quanto ancora correrà dipenderà dalla squadra che lo ingaggerà.

Sì perché ad annunciare che questo sarebbe stato l’ultimo anno di Contador era stato il proprietario della sua squadra attuale, Oleg Tinkov, ma in realtà il corridore, anche se finirà il contratto con la Tinkoff, ora vuole andare avanti e puntare dritto al Tour de France.
Infatti, in una intervista a Cyclingnews, ha detto che sceglierà la nuova squadra proprio in vista di questo obiettivo, dovrà dunque essere un team che lo asseconderà nella sua corsa alla Maglia Gialla e che gli metterà attorno corridori in grado di sostenerlo in questa impresa.

Ovviamente prima c’è da correre il Tour de France 2016, per il quale il Pistolero si sta preparando duramente, tanto da non fermarsi nemmeno per guardare il Giro d’Italia in tv. Infatti Contador ha detto che guarderà la corsa rosa solo quando avrà dei giorni di riposo dagli allenamenti, ma ha anche ammesso che meglio se non la guarda, altrimenti gli viene voglia di stare lì. Appena è cominciato il Giro, infatti, Contador ha ricordato che è la corsa più bella per lui che l’ha vinta l’anno scorso e ha detto che quello sarebbe stato il suo ultimo Giro d’Italia.

Sul Giro, probabilmente, non cambierà idea, anche se bisogna vedere, appunto, che cosa succederà al Tour di quest’anno. Se dovesse vincerlo magari i suoi piani per il futuro potrebbero cambiare ancora.

Per quest’anno Contador ha anche lasciato aperta la porta alla Vuelta, ma probabilmente deciderà se disputarla o no solo dopo il Tour. E poi ovviamente un altro suo obiettivo per il 2016 sono le Olimpiadi.

Per quanto riguarda il suo futuro e la possibilità di avviare una sua squadra, Contador ha detto:

“In questo periodo sto ricevendo diverse offerte per l’anno prossimo, non voglio dire da quali squadre per rispetto verso i corridori che già sono in quelle squadre. C’è anche la possibilità che io crei la mia squadra, ma dovremmo muoverci in fretta. Quello che voglio che sia chiaro è che qualunque squadra scegliere dovrà avere come priorità assoluta il Tour de France. Non importa se è una squadra creata da me o una che mi ingaggia. L’importante è che abbiano tutti la stessa voglia che ho io di vincere il Tour”

Gli è stato chiesto che cosa succede se gli chiedono di firmare per più di un anno e ha risposto:

“Beh questa è una possibilità. Non è necessariamente per un solo anno. Ho lasciato la porta aperta all’idea di continuare per più di un anno. Non c’è una data precisa per il mio ritiro. Sono anche consapevole che se una squadra fa un grande investimento per prendermi, è difficile che lo faccia per un contratto di un solo anno”

Nel calendario di Contador il prossimo impegno è il Giro del Delfinato (dal 5 al 12 giugno) per affinare la preparazione in vista del Tour de France e potrebbe anche decidere di disputare i campionati spagnoli.