Cagliari, il 90enne Ignazio Pitzianti uccide la moglie e tenta il suicidio

Ha ucciso l’anziana moglie a martellate in testa, poi ha cercato di togliersi la vita con il gas, ma è stato salvato dai carabinieri, allertati dalla figlia, e trasportato in ospedale, dove è ancora piantonato nel reparto di psichiatria. Autore dell’omicidio è l’anziano Ignazio Pitzianti, 90 anni, che avrebbe agito per motivi ancora da accertare.E’

Ha ucciso l’anziana moglie a martellate in testa, poi ha cercato di togliersi la vita con il gas, ma è stato salvato dai carabinieri, allertati dalla figlia, e trasportato in ospedale, dove è ancora piantonato nel reparto di psichiatria. Autore dell’omicidio è l’anziano Ignazio Pitzianti, 90 anni, che avrebbe agito per motivi ancora da accertare.

E’ accaduto intorno alle 15 di ieri in un appartamento di Dolianova, a pochi chilometri da Cagliari. Secondo la ricostruzione di chi indaga la tragedia sarebbe iniziata in casa: il 90enne avrebbe preso in mano un martello e si sarebbe accanito sulla moglie, Giuseppina Boi, 87 anni, uccidendola all’istante.

Poi si sarebbe recato in cantina ed avrebbe cercato di togliersi la vita delle bombole di gas e ci sarebbe anche riuscito se non fosse stato per l’intervento della figlia della coppia, rientrata in casa proprio in quegli istanti. I soccorsi hanno evitato la doppia tragedia: se per Giuseppina Boi non c’era più nulla da fare, il 90enne è stato trasportato presso l’ospedale Santissima Trinità di Cagliari.

Il movente del delitto non è stato ancora accertato. L’anziano, piantonato dai militari, ha deciso di chiudersi nel silenzio e di non rispondere alle domande degli inquirenti. Al momento risulta indagato per omicidio volontario.