Volley femminile, Mazzanti-Ortolani coppia d’oro: terzo scudetto insieme

Tre successi in coppia a Bergamo, Casalmaggiore e Conegliano.

La finale scudetto di pallavolo femminile 2015-2016 si è conclusa con l’esaltazione di valori importanti non solo per gli sportivi, ma per tutti: l’amicizia, quella dimostrata da Monica De Gennaro e Giulia Leonardi a Valentina Arrighetti, e l’amore, quello che ormai da qualche anno lega Davide Mazzanti e Serena Ortolani che insieme hanno già vinto tre scudetti.

Il primo trionfo di Davide e Serena è stato nel 2011, a Bergamo, quando non erano ancora una coppia, ma solo allenatore e giocatrice. Lei con quella maglia aveva già vinto uno scudetto, nel 2006, e aveva collezionato anche una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana e tre Champions League. Lui, invece, aveva vinto la Coppa Italia da allenatore in seconda, ma era alla prima stagione da titolare in panchina. In quell’occasione Mazzanti ha dimostrato subito le sue qualità andando immediatamente a segno, poi, tra una breve parentesi sulla panchina di Piacenza e l’esperienza con le nazionali giovanili, è tornato ad allenare la sua metà, che nel frattempo era diventata anche la madre di sua figlia.

A Casalmaggiore è avvenuto un vero e proprio miracolo, perché nessuno avrebbe scommesso sul tricolore di quella squadra dalle maglie rosa che militava in A1 da due sole stagioni. Invece è successo, la Pomì ha battuto la temibilissima Igor Gorgonzola Novara in finale e ha alzato il trofeo. E Davide e Serena erano lì a festeggiare di nuovo insieme dopo quattro anni.

Ora il loro bacio davanti al trofeo che rappresenta il titolo di Campione d’Italia rischia di diventare una (per loro piacevole) abitudine, visto che quest’anno, pur cambiando città, ce l’hanno fatta di nuovo e anche questa è una prima volta per la società in cui la coppia d’oro del volley ha messo piede.

L’anno scorso si sapeva già durante la serie della finale tra Casalmaggiore e Novara che Mazzanti e Ortolani non sarebbero rimasti, questa volta, invece, forse hanno intenzione di piantare radici a Conegliano e anche di andare all’assalto di qualcosa si ancora più prezioso: la Champions League, così che Serena possa fare poker e lui togliersi anche questa grande soddisfazione.

Intanto, Serena Ortolani ha un’altra missione da compiere, in maglia azzurra: trascinare la nazionale a Rio 2016. Ha poco tempo, infatti, per festeggiare con Davide e Gaia l’ennesimo trionfo: ora deve prendere un volo per Tokyo e giocare il Torneo Mondiale di Qualificazione Olimpica. Nella speranza di dover prendere un altro aereo ad agosto, direzione Rio.

Foto © Filippo Rubin/LFV

Ultime notizie su Serie A1 Pallavolo Femminile

Tutto su Serie A1 Pallavolo Femminile →