Delitto di Perugia: la senatrice americana Maria Cantwell teme che la sentenza possa esser stata condizionata da sentimenti anti americani

Sul processo ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito, condannati rispettivamente a 26 e 25 anni per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, tutti hanno detto la loro e sono stati in molti, soprattutto all’estero, a non trovarsi d’accordo con la decisione della Corte D’Assise di Perugia.Dopo il giornalista del New York Times Timothy Egan, ora


Sul processo ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito, condannati rispettivamente a 26 e 25 anni per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, tutti hanno detto la loro e sono stati in molti, soprattutto all’estero, a non trovarsi d’accordo con la decisione della Corte D’Assise di Perugia.

Dopo il giornalista del New York Times Timothy Egan, ora anche il Segretario di Stato dell’amministrazione guidata da Barack Obama, Hillary Clinton, si è espressa al riguardo ed ha fatto sapere di essere pronta ad incontrare chiunque sia preoccupato per l’esito del processo.

A portare la vicenda a Washington è stata la senatrice democratica Maria Cantwell, secondo la quale la sentenza potrebbe esser stata condizionata da “sentimenti anti americani” presenti in Italia.

Ho seri dubbi sul sistema giudiziario italiano e sul fatto che l’antiamericanismo abbia potuto inquinare questo processo. Comunicherò le mie preoccupazioni al segretario di Stato Hillary Clinton.

Via | Il Messaggero

Ultime notizie su Delitto di Perugia

Tutto su Delitto di Perugia →