Ius soli, Paolo Gentiloni: “Non ce la faremo prima dell’autunno”

“Non ritengo ci siano le condizioni per approvare il ddl sulla cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia prima della pausa estiva”.

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è intervenuto pubblicamente sul disegno di legge sullo ius soli attualmente in discussione al Senato, confermando l’impegno del governo ad approvare la legge, ma rimandando il tutto al prossimo autunno dopo la pausa estiva:

Tenendo conto delle scadenze urgenti non rinviabili in calendario al Senato e delle difficoltà emerse in alcuni settori della maggioranza non ritengo ci siano le condizioni per approvare il ddl sulla cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia prima della pausa estiva.

Gentiloni, nella nota, ha precisato che “si tratta comunque di una legge giusta. L’impegno mio personale e del governo per approvarla in autunno rimane”. Alle parole del premier hanno fatto seguito quelle del ministro dell’agricoltura Maurizio Martina, vice segretario del Partito Democratico:

Sullo Ius soli il Pd seguirà l’indicazione proposta dalle valutazioni del presidente Gentiloni. Come sempre detto siamo al suo fianco. La legge per la nuova cittadinanza rimane per noi un obiettivo importante.

Il solito Matteo Salvini, invece, ha preso le parole di Gentiloni come una “vittoria” di Lega Nord, sempre più duramente contraria a concedere diritti anche quando questi non vanno a ledere in alcun modo i diritti degli altri.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →