USA, parzialmente ripristinato il bando anti-migranti di Donald Trump

L’ordine esecutivo entrerà in vigore a partire dalle 20.00 di oggi e resterà attivo per i prossimi 90 giorni.

Dopo il blocco durato diverse settimane, la Corte Suprema ha parzialmente ripristinato il bando anti-migranti di Donald Trump, quello finalizzato a impedire l’accesso negli Stati Uniti ai cittadini in arrivo da sei Paesi a maggioranza musulmana: Libia, Iran, Siria, Somalia, Sudan e Yemen.

L’ordine esecutivo entrerà in vigore a partire dalle 20.00 di oggi, orario di Washington, e resterà attivo per i prossimi 90 giorni. Nel corso di questo mese e mezzo l’accesso negli USA ai cittadini residenti nei Paesi sopra citati sarà concesso soltanto per motivi di lavoro o nel caso in cui negli Stati Uniti sia già presente un parente stretto – genitori, sposi, figli, generi o nuore e fratelli, tutti gli altri legami di parentela sono esclusi – a patto che il tutto sia ben documentato.

Anche chi sta già studiando negli Stati Uniti potrà entrare senza problemi, sempre a patto che il rapporto di studio, così come quello lavorativo, sia iniziato prima dell’entrata in vigore dell’ordine esecutivo firmato da Trump.

Nessuna restrizione nemmeno per i cittadini in possesso di un regolare visto.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Donald Trump

Tutto su Donald Trump →