Siria, raid russo contro l’ISIS: “Potremmo aver ucciso al-Baghdadi”

Abu Bakr al-Baghdadi potrebbe esser stato ucciso in un raid dell’aviazione militare di Mosca il 28 maggio scorso nella periferia sud di Raqqa.

Si susseguono ormai da giorni le indiscrezioni sulla possibile morte del califfo dello Stato Islamico Abu Bakr al-Baghdadi e oggi il ministro della difesa russo ha annunciato che la Russia potrebbe essere responsabile della sua uccisione.

Non ci sono certezze e lo stesso ministro ha precisato di essere alla ricerca di conferme. Secondo gli elementi in possesso dell’intelligence russa, lo riferisce l’agenzia di stampa Tass, al-Baghdadi sarebbe stato ucciso in un raid dell’aviazione militare di Mosca il 28 maggio scorso nella periferia sud di Raqqa.

L’agenzia RIA Novosti sottolinea che le verifiche sono in corso attraverso diversi canali.