Genova, 38enne marocchino ucciso a sprangate: arrestati due cittadini romeni

Omicidio nella notte a Genova, una rissa finita in tragedia che è costata la vita ad un giovane non ancora identificato, forse nordafricano, massacrato a sprangate in piazza Verdi, a due passi dalla stazione Genova Brignole, che come riferisce la Repubblica di Genova, è diventato un “abituale ritrovo di sbandati e senza dimora“.E’ accaduto intorno

Omicidio nella notte a Genova, una rissa finita in tragedia che è costata la vita ad un giovane non ancora identificato, forse nordafricano, massacrato a sprangate in piazza Verdi, a due passi dalla stazione Genova Brignole, che come riferisce la Repubblica di Genova, è diventato un “abituale ritrovo di sbandati e senza dimora“.

E’ accaduto intorno alle 3.30 davanti al Bar Corner. I responsabili del delitto, due cittadini romeni, sono stati prontamente rintracciati non lontano dal luogo del delitto e tratti in arresto dagli agenti del Nucleo radiomobile dei carabinieri. Uno di loro era ancora in possesso della spranga utilizzata per uccidere il 38enne.

Ancora da chiarire i motivi del folle gesto. Sarà l’autopsia, che verrà eseguita nelle prossime ore presso l’istituto di medicina legale dell’ospedale San Martino, a fornire maggiori dettagli sulla vicenda. Il caso è affidato al pm Sabrina Monteverde.

I Video di Blogo