Giro dei Paesi Baschi 2016: Diego Rosa, che impresa! È sua la tappa regina | Video

Fabio Aru si è ritirato in seguito a una caduta in discesa. Spettacolari i festeggiamenti di Diego Rosa che ha alzato la bici al cielo sul traguardo.

Vittoria strepitosa di Diego Rosa nella quinta tappa del Giro dei Paesi Baschi 2016. Una vera e propria impresa per il corridore dell’Astana che è stato in fuga per oltre 100 km nella frazione da Orio ad Arrate lunga 159 km con otto gran premi della montagna (cinque volte ha scollinato da solo). Gran parte della fuga è stata solitaria per l’italiano che ha preso in mano le redini della corsa proprio nel giorno in cui la sua squadra ha dovuto rinunciare a Fabio Aru, ritiratosi al km 115 in seguito a una caduta in discesa avvenuta al km 89. Dietro Rosa si sono piazzati Sergio Henao del Team Sky e Alberto Contador della Tinkoff che lotteranno per la vittoria finale. Per ora il colombiano è leader della corsa, ma ha solo 6″ sullo spagnolo. Ricordiamo che domani il Giro dei Paesi Baschi si conclude con una cronometro di 16,5 km.

Per tutti i primi 60 km ci sono stati diversi tentativi di fuga, tutti avviati da gruppi molto numerosi (dai 15 ai 25 corridori) e Diego Rosa ha provato a inserirsi praticamente in tutte le fughe fino a quando ha deciso di andare via da solo e il gruppo gli ha lasciato spazio, forse credendo che da solo non sarebbe stato capace ad arrivare fino alla fine. Il suo vantaggio massimo è stato di circa sei minuti e alle sue spalle si sono formati diversi gruppetti di inseguitori, nati dallo sgretolamento di un gruppo di 25 uomini che stavano provando ad avviare una fuga prima che Rosa lanciasse la sua in solitaria.

Negli ultimi 40 km si sono mossi i “big”, ma si sono ostacolati a vicenda, per esempio Alberto Contador ha soffocato gli attacchi di Joaquim Rodriguez del Team Katusha sul nascere e lo stesso ha fatto Mikel Landa del Team Sky. Grazie all’azione degli uomini di alta classifica il gruppo sono stati man mano ripresi i gruppetti di inseguitori di Rosa, Tanto che alla fine alle sue spalle sono rimasti solo Sander Armée della Lotto-Soudal e Maxime Monfort della Lotto-Soudal. Quando il corridore dell’Astana era a 20 km dall’arrivo i due uomini Sky Landa e David Lopez hanno attaccato con Simon Clarke della Cannondale e hanno guadagnato un po’ di vantaggio sugli altri uomini di classifica, incontrando per strada anche Carlos Verona dell’Etixx-Quick Step e Serge Pauwels della Dimension Data, che facevano parte del gruppetto di inseguitori. A questo punto in testa al gruppo si è dovuta muovere la Tinkoff, aiutata in qualche frangente anche dalla Movistar con l’intenzione di riprendere il gruppetto di Landa, visto che Rosa era ormai già irraggiungibile.

Landa ha ripreso anche Monfort e Armée e poi ha attaccato da solo, mentre Contador si è lanciato all’inseguimento del basco braccato da Sergio Henao del Team Sky, mentre alle loro spalle si sono messi a inseguire Rodriguez e Thibaut Pinot della FDJ.

Per Diego Rosa l’arrivo è stato trionfale, tra gli applausi dei baschi, felici di assistere a un’impresa d’altri tempi, in cui le strategie delle squadre sono saltate davanti alla caparbietà di un corridore che si conferma capace di vittorie spettacolari. E ha dato spettacolo fino alla fine, perché quando è arrivato al traguardo, è sceso dalla bici, l’ha presa in mano e ha oltrepassato la linea dell’arrivo alzando la bici al cielo, guardate il video in apertura di questo post.

Qui di seguito, invece, l’ultima mezz’ora di corsa:

E questo è Diego Rosa durante la fuga, ripreso dall’ammiraglia dell’Astana

Questi i primi dieci al traguardo:
1) Diego Rosa (Astana) 4h 19’ 19”
2) Sergio Henao (Team Sky) +3’ 13”
3) Alberto Contador (Tinkoff) +3’ 13”
4) Joaquim Rodriguez (Team Katusha) +3’ 15”
5) Thibaut Pinot (FDJ) +3’ 15”
6) Samuel Sanchez (BMC) +3’ 15”
7) Nairo Quintana (Movistar) +3’ 15”
8) Lawson Craddock (Cannondale) +3’ 15”
9) Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) +3’ 15”
10) Zege Pauwels (Dimension Data) +3’ 15”

E queste le prime posizioni della classifica generale.
1) Sergio Henao (Team Sky) 22h 15’ 24”
2) Alberto Contador (Tinkoff) +6”
3) Thibaut Pinot (FDJ) +10”
4) Joaquim Rodriguez (Team Katusha) +12”
5) Samuel Sanchez (BMC) +31”
6) Nairo Quintana (Movistar) + 38”
7) Lawson Craddock (Cannondale) +1’ 00”
8) Wilco Kelderman (Team LottoNL-Jumbo) +1’ 07
9) Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) +1’ 09”
10) Sebastien Reichenbach (FDJ) +1’ 11”

I Video di Blogo

Video: la volata della prima tappa del Tour de France 2019