Francia, al via le primarie del centrosinistra: Valls, Hamon e Montebourg tra i favoriti

I due candidati col maggior numero delle preferenze si sfideranno al ballottaggio in programma il 29 gennaio prossimo.

Sono aperte dalle 9 di oggi, in Francia, le urne per il primo turno delle primarie del centrosinistra Socialista finalizzate a trovare il candidato che rappresenterà il partito alle elezioni presidenziali del 23 aprile 2017.

Fuori dalla corsa l’attuale presidente francese François Hollande, ma tra i favoriti figurano Manuel Valls, primo ministro sotto Hollande tra il 2014 e il 2016, il ministro dell’educazione nel 2014 Benoît Hamon e il ministro dell’economia dal 2012 al 2014 Arnaud Montebourg, tutti del Partito Socialista.

In corsa anche Jean-Luc Bennahmias del Front Démocrate, Vincent Peillon del PS, Sylvia Pinel del Partito Radicale di Sinistra e François de Rugy del Parti écologiste, per una corsa tra sette candidati.

Valls è stato dato a lungo per favorito dai sondaggi – tra il 23% e il 37% dopo i primi due dibattiti televisivi – ma dopo il terzo dibattito del 19 gennaio è stato Hamon a salire in testa col 33% delle preferenze, seguito da Montebourg col 29% e da Valls col 26% delle preferenze.

Quasi certamente nessuno dei candidati riuscirà a ottenere più del 50% delle preferenze, ma i due col maggior numero di voti si sfideranno nuovamente il 29 gennaio prossimo per il ballottaggio che decreterà il candidato del centrosinistra all’Eliseo.

Il vincitore delle primarie andrà a scontrarsi coi candidati degli altri partiti già confermati: François Fillon dei Repubblicani, Marine Le Pen del Fronte Nazionale, Emmanuel Macron del partito En marche! e Jean-Luc Mélenchon de La France insoumise.

I Video di Blogo