Champions League Volley, Playoff 6: Trento e Lube vincono l’andata in casa

Per Trento netto successo in tre set, la Lube ha vinto in rimonta al tie-break.

Trento e Lube hanno giocato stasera la loro ultima partita stagionale di Champions League davanti al proprio pubblico e lo hanno salutato nel migliore dei modi: con la vittoria. Le due squadre italiane ancora in gioco nella massima competizione europea giocheranno in trasferta il ritorno dei Playoff 6 a caccia di un posto per la Final Four di Cracovia.
Questa sera sono andate in scena due partite molto diverse al PalaTrento e all’Eurosuole Forum di Civitanova. I campioni d’Italia hanno vinto in soli tre set, soffrendo un po’ solo nel terzo parziale contro i russi del Belogorie Belgorod, mentre la Lube ha cominciato male la partita contro i turchi dell’Halkbank Ankara di Lorenzo Bernardi e Dragan Travica andando sotto di due set e poi è risorta con una grande prestazione negli ultimi tre set e una vittoria al tie-break davvero emozionante. I match di ritorno sono in programma la settimana prossima: Trento giocherà martedì 22 marzo in Russia e se riuscirà a vincere due set sarà qualificata alla Final Four, mentre la Lube giocherà mercoledì 23 in Turchia e dovrà vincere a tutti i costi e con qualsiasi risultato.

Ma veniamo alla cronaca dei match di stasera. Per quanto riguarda la partita del PalaTrento, i padroni di casa sono partiti subito con il piede giusto volando immediatamente sul 4-0 e costringendo Khamuttskih a chiamare un time-out che tuttavia non ha cambiato gli equilibri in campo, visto che i gialloblù sono arrivati sull’8-2 alla prima pausa obbligatoria e poi hanno allungato sul +7 alla seconda (16-9). Al rientro in campo i russi hanno provato a riavvicinarsi, ma con scarso successo e così i ragazzi di Stoytchev hanno guadagnato sei palle-set e poi hanno chiuso sul 25-20.

Nel secondo parziale, dopo un buon momento iniziale del Belgorod che si è portato sul +2 (2-4), Trento è comunque arrivata in vantaggio al primo time-out tecnico (8-7) e poi, dopo il momentaneo pareggio sull’11-11, si è portata alla seconda pausa obbligatoria sul +3 (16-13) per poi dilagare al rientro in campo chiudendo con ancor più facilità del primo set sul 25-17 con una pipe vincente di Urnaut.

Il terzo set è stato il più equilibrato e combattuto fino ai vantaggi: al primo time-out tecnico Trento era avanti di cinque punti (-3), ma è stata ripresa sul 14-14 e al secondo si è ritrovata sotto di una lunghezza (15-16). È seguita una lunghissima lotta punto a punto che ha poi visto i russi conquistare per primi un set-point con Smolyar (23–24), ma Trento ha annullato quello e altri due, poi con lo scatenato Antonov ha conquistato un set-point per sé e con un ace di Nelli dritto su Ivovic ha chiuso sul 28-26.

Molto più lunga e sofferta la partita dell’Eurosuole di Civitanova dove la Lube ha avuto una partenza diesel: nel primo set ha quasi sempre inseguito, anche se la distanza di punti non è mai stata abissale, ma l’Halkbank Ankara ha chiuso senza troppa fatica sul 21-25.

Nel secondo parziale, dopo un buon avvio dei biancorossi (3-0), i turchi li hanno subito ripresi (3-3) e poi si sono involati verso il primo time-out tecnico sul +3 (5-8) e al secondo ci sono arrivati sul +5 (11-16). La Lube è riuscita a recuperare qualcosina nella seconda parte del set portandosi fino al -3 (20-23), ma l’Halkbank ha chiuso di nuovo sul 21-25.

Nel terzo set è arrivata la riscossa della Lube che è partita subito con il piede giusto portandosi sul 4-0 e questa volta non si è fatta raggiungere, anzi, ha allungato sul +5 al primo timeout tecnico (8-3) ed è riuscita a pantere questo distacco anche al secondo (16-11), infine ha chiuso con un ampio scarto sul 25-17.

Il buon momento dei padroni di casa è continuato nel quarto set quando hanno sbloccato la situazione dal 4-4 al 6-5, sono giunti alla prima pausa obbligatoria sul +2 (8-6), poi hanno incrementato il vantaggio giungendo alla seconda sul +5 (16-11). Al rientro in campo un ace di Priddy ha costretto Bernardi a chiamare un time-out discrezionale, ma i suoi sono riusciti a recuperare qualche punto solo tra il 20-14 al 20-16 e nel frattempo Priddy, tentando una difesa disperata, ha rischiato di travolgere una bimba bionda che era seduta sulle scalinate tra il publico. Sul 20-16 Blengini ha chiesto il time-out e al rientro in campo i suoi hanno ottenuto sei palle-set con una pipe di Juantorena e hanno chiuso sul 25-18 costringendo i turchi al tie-break.

Nel quinto set, dopo un buon inizio (3-1), la Lube si è vista riacciuffare dagli avversari sul 4-4, poi è arrivata al cambio campo sul +2, 8-6, ma alla ripresa del gioco i turchi hanno pareggiato di nuovo sul 9-9. Dal 10-10 i biancorossi sono andati a segno quattro volta in fila con Podrascanin, Priddy, un bel muro di Stankovic su Sokolov e poi un attacco out di Kubiak. Quando per la Lube sono arrivati quattro match-point l’Halkbank è riuscito ad annullare solo uno e Priddy ha chiuso il discorso sul 15-11.

Il terzo match dei Playoff 6 ha visto i campioni d’Europa in carica dello Zenit Kazan ospitare il PGE Skra Belchatow e perdere al tie-break facendosi rimontare dal 2-0 al 2-3.

Champions League Volley Maschile: Playoff 6

Andata
Giocata mercoledì 16 marzo 2016
Zenit Kazan – PGE Skra Belchatow 2-3 (25-23, 25-21, 23-25, 25-27, 16-18)

Giocate giovedì 17 marzo 2016
Cucine Lube Civitanova – Halkbank Ankara 3-2 /21-25, 21-25, 25-17, 25-18, 15-11)
Diatec Trentino – Belogorie Belgorod 3-0 (25-20, 25-17, 28-26)

Ritorno
Martedì 22 marzo, ore 17:00
Belogorie Belgorod (Russia) – Trentino Diatec

Mercoledì 23 marzo, ore 16:30
Halkbank Ankara (Turchia) – Cucine Lube Civitanova

Giovedì 24 marzo, ore 18:00
PGE Skra Belchatow (Polonia) – Zenit Kazan (Russia)

Foto © CEV

Ultime notizie su Champions League Pallavolo Maschile

Tutto su Champions League Pallavolo Maschile →