Atp Indian Wells 2016 | Nadal e Djokovic ai quarti, Wawrinka ko | Risultati del 16 marzo

Atp Indian Wells 2016. Risultati mercoledì 16 marzo. Nadal piega Zverev al terzo e passa ai quarti con Djokovic, Nishikori, Tsonfa, Raonic, Goffin, Monfils e Cilic. Fuori Wawrinka e Berdych.

Atp Indian Wells 2016. I risultati di mercoledì 16 marzo con gli 8 match di ottavi di finale

Le partite della notte: Ai quarti anche Djokovic. Doppio 6-3 del serbo a Feliciano Lopez in appena un’ora di gioco. Nole più solido rispetto ai primi due turni. Primo set deciso da un break sul 3-2 per il numero uno del mondo che rimonta da 30-0 con 4 punti di seguito. Nel secondo, Lopez è subito indietro 3-1 e non ha opportunità per rimontare. Anzi, Feliciano paga la stanchezza dei precedenti impegni e perde di nuovo il servizio nel nono game. Altro 6-3 e quarti di finale per Djokovic contro Tsonga. Finalmente una prestazione convincente del francese che si impone nettamente, 6-3; 6-2, su Thiem uno dei tennisti più in forma in questo inizio di stagione.

Qualificazione in rimonta di Nishikori con Isner. 1-6; 7-6; 7-6, il punteggio della vittoria del nipponico che approda per la prima volta ai quarti di Indian Wells. Primo set dominato dall’americano in 20 minuti. Gli altri due procedono seguendo l’ordine dei turni di battuta. 7-2 e 7-5 i punteggi dei due tie break. Prima di quello conclusione, Nishikori annulla un match point, al servizio, sotto 5-6. Non bastano a Isner 23 ace. Il giapponese sfiderà Nadal.

02.20: Nadal elimina Zverev 6-7; 6-0; 7-5 e conquista i quarti. Ottima prova del tedesco che faticherà a dimenticare quanto avvenuto nella parte finale del terzo set.

Primo set molto gradevole e di oltre un’ora di durata. Zverev ottiene il primo break sul 2-2 con una fulminante risposta sul 2-2. Il tedesco conserva il vantaggio fino al 4-5 quando si appresta a servire per chiudere il parziale. Obiettivo fallito da Sasha che si fa rimontare da 30-0 e rimette in carreggiata Nadal, costretto, tuttavia, ad annullare subito due break nell’undicesimo game.

Si va al tie break. Un quarto d’ora emozionante. E’ di Zverev il primo SP sul 5-6. Nulla da fare. Rafa ribalta il punteggio e, sul 7-6, è lui a trovarsi a un punto dal set ma Il tedesco lo blocca con un vincente. Nadal ci riprova sull’8-7 al termine di un punto conquistato sullo scambio più lungo dell’incontro durato 26 colpi. Un evitabile errore di dritto seguito da un altro gratuito di Rafa mandano Zverev ancora a set point e, stavolta, il giovane teutonico va a segno con una prima vincente per l’8-10.

Le energie profuse nel tie break pesano sul braccio e le gambe di Zverev che subisce un rapido 6-0 nel secondo set con Nadal abile ad approfittare del momento di calo del rivale e a punirlo con un bagel, accompagnando ogni punto con un sonoro vamos.

nadal-zverev-atp-indian-wells-2016.jpg

Il tedesco torna in partita nel terzo set che inizia con uno score favorevole di 8-1 e il break immediato che costringe Rafa a rimontare. Ci riesce subito l’iberico anche grazie a due doppi falli consecutivi dell’avversario che, di fatto, gli regala il controbreak. Nadal, tuttavia, non lo conferma. Pessimo turno in battuta del maiorchino nel quarto gioco e altro – inaspettato – break per Zverev che sale 1-4 e mette ulteriore pressione a un infastidito Rafa, costretto a sventare un altro BP del possibile 1-5 nel sesto game.

Le emozioni proseguono. Sul 4-2 è il tedesco a rimontare da 30-40 con tre punti consecutivi che gli garantiscono almeno l’opportunità di servire per il match. L’occasione arriva sul 5-3 ma Zverev fa harakiri. Avanti 40-30, sul match point, commette un imperdonabile errore su una comoda volee di dritto da spedire solo dall’altra parte della rete con Nadal già sotto la doccia. Ripreso, Sasha affossa in rete un altro dritto e consegna il controbreak all’iberico che, prontamente, impatta 5-5.

Il match point fallito è un macigno nella testa di Zverev. Due doppi falli consecutivi aggravano il momento di difficoltà del teutonico, breakkato a 0 nell’undicesimo gioco. Nadal sente l’odore della preda e la azzanna con il 13esimo punto di fila. Finisce 7-5. Che sofferenza per l’iberico. Quanti rimpianti per Sasha, distrutto alla stretta di mano. Le occasioni per rifarsi non gli mancheranno…

raonic-atp-indian-wells-2016.jpg

23.55: Raonic ai quarti. Il canadese si impone 6-4; 7-6 su Berdych al termine di un match molto equilibrato. Un solo break in tutto l’incontro, quello ottenuto da Raonic sul 4-4 del primo set. Nel secondo, la parità perdura fino al tie break con l’unico brivido di un set point non concretizzato da Berdych sul 5-6; 30-40. Nel TB, Tomas sventa due palle match ma sulla terza, sotto 8-7, commette un imperdonabile errore in smash e regala la qualificazione all’avversario ora atteso da Monfils (6-3; 6-4 a Delbonis)

20.15: Goffin batte Wawrinka 6-3; 5-7; 7-6 al termine di una partita surreale e conquista il secondo quarto di finale in carriera in un Masters.
Il primo set dura quattro game. Dal 2-2, infatti, Wawrinka si è letteralmente assentato dal campo per circa 20 minuti, inanellando errori in serie e distruggendo anche una racchetta poi regalata a uno spettatore. Stan si è rivolto più volte al giudice di sedia. Non si è ben compreso il motivo della protesta ma pare che l’elvetico si sia lamentato per la collocazione del match su un campo secondario o per l’orario.

goffin-atp-indian-wells-2016.jpg

Il black out dello svizzero prosegue nella seconda frazione nella quale Goffin si porta sullo 0-4 grazie a un facile doppio break. La partita, avviata a un’inesorabile conclusione, all’improvviso si ravviva. Complice la distrazione del belga, Wawrinka accorcia sul 3-4 ma riperde la battuta e manda Goffin a servire per il match. David continua a incartarsi e si ritrova nella stessa situazione precedente dell’avversario. Il braccio si inchioda, la testa si stacca dal match e Wawrinka assesta quattro game di fila per il 7-5, epilogo di secondo set davvero inaspettato fino a 25 minuti prima.

Nel terzo set, Wawrinka ripiomba nelle incertezze e Goffin lo breakka subito, conservando il vantaggio fino al 5-3. Ancora una volta, nel momento decisivo, il belga non chiude la contesa e si fa trascinare al tie break dopo aver sventato 3 BP nell’undicesimo game, di cui sotto 15-40. Nel TB, Wawrinka sale 2-4. Ripreso, sul 5-5, Stan sbaglia uno smash e consegna la vittoria Goffin che eguaglia il suo miglior risultato in un Masters e, domani, affronterà Cilic (7-5; 5-7; 6-2 a Gasquet) in un sorprendente quarto di finale

Atp Indian Wells 2016 | Risultati ottavi

Cilic b. Gasquet 7-5; 5-7; 6-2
Nadal b. Zverev 6-7; 6-0; 7-5
Djokovic b. F.Lopez 6-3; 6-3
Goffin b. Wawrinka 6-3; 5-7; 7-6(5)

Raonic b. Berdych 6-4; 7-6(7)
Monfils b. Delbonis 6-3; 6-4
Tsonga b. Thiem 6-2; 6-2
Nishikori b. Isner 1-6, 7-6; 7-6(5)

Atp Indian Wells 2016 | Programma ottavi di finale

Atp Indian Wells 2016. Oggi si disputano, in un unico giorno, gli 8 match di ottavi di finale. Programma davvero interessante dalla serata all’alba. Del resto, se si esclude Murray, tutti i migliori sono ancora in lizza per titolo.

Sul Centrale, alle 19, si comincia con Gasquet-Cilic, partita dal pronostico incerto tra due contendenti arrivati fino agli ottavi con poco fatica. Ne ha fatta di più il francese, costretto a subire, per un set, il tennis spumeggiante di Dolgopolov poi sconfitto, in rimonta, con un rapido 6-2; 6-1. Due le vittorie, in altrettanti confronti diretti, per Gasquet. Chi passa, trova ai quarti, Wawrinka o Goffin, in campo alla stessa ora allo Stadium 2. Per Stan, il primo test impegnativo nel torneo dopo i facili due turni con Marchenko e Kuznetsov. Goffin, invece, ha lottato sia con Tiafoe (annullandogli due match point) che con il coriaceo Pella.

Alle 23 circa, dopo Kvitova-Radwanska, sempre sul Centrale, il clou di giornata tra Rafa Nadal e Alexander Zverev, un vero e proprio confronto generazionale tra un campione del passato-presente del tennis e un giovane talento in rampa di lancio, per la prima volta tra i migliori 16 di un Masters. Anche a IW, con Muller e Verdasco, Rafa ha proceduto a sprazzi e deve fare attenzione all’esuberanza del tedesco, vincitore su tre avversari di ottimo livello come Dodig, Dimitrov e Simon. Sfida incrociata con quella tra Nishikori e Isner, in programma oltre la mezzanotte allo Stadium 2.

nadal-zverev-ottavi-atp-indian-wells-2016.jpg

All’1 circa, al termine del match di Nadal, tocca a Djokovic, atteso da Feliciano Lopez nell’immediato remake della partita durata solo un set al recente Atp di Dubai e vinta dallo spagnolo per ritiro del numero uno del mondo debilitato dalla congiuntivite. Non ha affatto brillato, Nole nei primi due turni con Fratangelo e Kohlschreiber. Oggi, verosimilmente, dovrà impegnarsi di più anche se l’avversario è piuttosto stanco dopo il faticoso derby di ieri con Bautista e gli impegni di doppio. Dovesse qualificarsi, per Djokovic si prospetta un quarto di finale altrettanto probante con Thiem o Tsonga, protagonisti dell’ultimo match sul Centrale alle 4.30.

Mancano all’appello altri due ottavi di finale, entrambi previsti allo Stadium 2, Berdych-Raonic (ore 21) e Monfils-Delbonis (a seguire), i cui vincitori si scontreranno tra loro nel secondo quarto di finale della parte bassa del tabellone, lasciata sguarnita da Murray.

Nishikori – Isner