Pantani: intercettazione conferma, “fu la camorra a fermarlo” (ASCOLTA)

Marco Pantani fu fermato a Madonna di Campiglio nel 1999 da un test alterato dalla Camorra: lo scrivono i PM e lo confermerebbe anche un’intercettazione

Marco Pantani fermato nel 1999 dalla camorra: la storia non è propriamente “fresca” e per la giustizia italiana è finita in prescrizione, ma c’è un’intercettazione resa pubblica solo ora, che riapre irrimediabilmente la ferita. Il ‘Pirata’, è scritto nelle carte della Procura di Forlì, la mattina del 5 giugno del 1999 fu fermato in seguito ad un controllo sull’ematocrito. L’allora maglia rosa, fu così escluso dal Giro d’Italia per una percentuale del 51,9 contro il 50% consentito dalle norme dell’Uci, la federazione mondiale di ciclismo. Da allora, iniziò sostanzialmente la parabola discendente di Pantani, ma su quanto accaduto realmente quasi 17 anni fa, ancora non si è fatta totalmente luce.

Renato Vallanzasca raccontò anni fa di una confessione da parte di un uomo vicino alla camorra, che durante la detenzione in carcere gli confidò dell’intervento della camorra per fermare il Pirata prima della vittoria del giro. Troppo alta la posta da pagare alle scommesse clandestine per la camorra – il racconto – che è riuscita così ad infiltrarsi ed effettuare lo scambio di provette decisivo per la squalifica di Pantani dal Giro del ’99. Circostanza di cui già si parla nelle carte dell’inchiesta di Forlì, conclusasi però con l’archiviazione per prescrizione.

A confermare quanto dichiarato dal Vallanzasca, c’è però ora un’intercettazione resa pubblica dalla redazione Mediaset: l’uomo intercettato è lo stesso che avrebbe confidato a Vallanzasca del complotto per far perdere il Giro a Pantani e che sarebbe poi stato interrogato dalla Procura di Forlì in collaborazione con quella di Napoli. Ebbene, la telefonata tra il presunto affiliato alla camorra a una parente, risale proprio alle ore successive all’interrogatori. Ecco la trascrizione:

Uomo: “Mi hanno interrogato sulla morte di Pantani.”
Parente: “Noooo!!! Va buò, e che c’entri tu?.”
U: “E che c’azzecca. Allora, Vallanzasca ha fatto delle dichiarazioni.”
P: “Noooo.”
U: “All’epoca dei fatti, nel ’99, loro (i Carabinieri, ndr) sono andati a prendere la lista di tutti i napoletani che erano…”
P: “In galera.”
U: “Insieme a Vallanzasca. E mi hanno trovato pure a me. Io gli davo a mangià. Nel senso che, non è che gli davo da mangiare: io gli preparavo da mangiare tutti i giorni perché è una persona che merita. È da tanti anni in galera, mangiavamo assieme, facevamo società insieme.”
P: “E che c’entrava Vallanzasca con sto Pantani?.”
U: “Vallanzasca poche sere fa ha fatto delle dichiarazioni.”
P: “Una dichiarazione…”
U: “Dicendo che un camorrista di grosso calibro gli avrebbe detto: ‘Guarda che il Giro d’Italia non lo vince Pantani, non arriva alla fine. Perché sbanca tutte ‘e cose perché si sono giocati tutti quanti a isso. E quindi praticamente la Camorra ha fatto perdere il Giro a Pantani. Cambiando le provette e facendolo risultare dopato. Questa cosa ci tiene a saperla anche la mamma.”
P: “Ma è vera questa cosa?.”
U: “Sì, sì, sì… sì, sì.”

I Video di Blogo