Valeria Fedeli, ministro dell’istruzione del Governo Gentiloni. Chi è

La biografia di Valeria Fedeli, ministro dell’istruzione nel Governo Gentiloni

Aggiornamento 13 dicembre: dopo le polemiche, sul sito di Valeria Fedeli è stata modificata la prima parte della biografia.

Sono nata a Treviglio (Bg) il 29 luglio 1949. Sono cresciuta in provincia, in un territorio operoso e attivo. Finite le scuole mi sono trasferita a Milano dove ho conseguito il diploma per assistenti sociali, presso UNSAS. In quegli anni ho incontrato il movimento studentesco, il femminismo e poi la Cgil. La passione politica, la voglia di battersi per le donne e per il cambiamento democratico erano già parte di me.

Valeria Fedeli è il nuovo ministro dell’istruzione, prende il posto di Stefania Giannini.

Valeria Fedeli, 67 anni, senatrice del Partito Democratico, è attualmente vicepresidente del Senato. Sindacalista, entrò alla CGIL alla fine degli anni ’70.

Sul suo sito scrive che “La definizione che sento più mia l’ha data una volta un giornale: una sindacalista pragmatica.
Sono femminista, riformista, di sinistra. Sono sposata
“.

Sono nata a Treviglio (Bg) il 29 luglio 1949. Sono cresciuta in provincia, in un territorio operoso e attivo. Finite le scuole mi sono trasferita a Milano per iscrivermi dove ho conseguito il diploma di laurea in Scienze Sociali, presso UNSAS. In quegli anni ho incontrato il movimento studentesco, il femminismo e poi la Cgil. La passione politica, la voglia di battersi per le donne e per il cambiamento democratico erano già parte di me.
[…]
Pubblico impiego e tessile sono due grandi scuole, in cui ho imparato a praticare la difesa concreta dei lavoratori costruendo innovazione, governo dei processi di cambiamento.
[…]
Ho contribuito con Bersani Ministro dello Sviluppo economico, alla definizione delle Linee guida di politica industriale per la competitività e l’internazionalizzazione del Sistema produttivo della moda italiana.

Sui suoi ruoli politici scrive:

Sono iscritta e militante del PD dalla fondazione, avendo da subito percepito il PD come il naturale luogo di rappresentanza delle culture e delle pratiche riformiste che ho sostenuto durante tutta la mia esperienza sindacale e politica.

Sono stata candidata ed eletta come capolista del PD al Senato in Toscana.

Il 22 marzo sono stata eletta Vice Presidente del Senato, con funzione vicaria.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →